Confiscata villa a pregiudicato di Foggia: sproporzionata rispetto ai redditi percepiti

La villa, che era stata intestata a un prestanome, era del 73enne Michele Morelli. Somme usate per realizzare immobile riconducibili alle attività illecite perpetrate nel tempo dall’indagato

La villa confiscata

Una villa con annesso terreno e box, del valore complessivo di circa 320 mila euro, è stata confiscata a Foggia dai finanzieri del comando provinciale unitamente a personale della Divisione Anticrimine della Polizia di Stato, al pregiudicato Morelli Michele, di anni 73.

Già lo scorso anno la Polizia di Stato aveva condotto articolate indagini che avevano consentito di raccogliere sintomatici indizi relativi alla pericolosità sociale del Morelli – gravato da precedenti penali e di polizia in materia di associazione a delinquere finalizzata al contrabbando di alcool e sigarette nonché per vari reati contro il patrimonio – e, pertanto, di sottoporlo, con provvedimento del Tribunale, alla misura della Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza per la durata di un anno.

Parallelamente, i militari del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza avevano avviato, su richiesta del Questore di Foggia, mirati accertamenti patrimoniali che permettevano di appurare la disponibilità di una villa - che nel frattempo era stata intestata ad un prestanome - i cui valori di acquisizione e successivo realizzo risultavano sproporzionati rispetto ai redditi percepiti, di importi tali da non essere sufficienti neppure per le primarie esigenze familiari.

L’Ufficio Misure di Prevenzione del Tribunale di Foggia condividendo l’impostazione accusatoria, che ha evidenziato la riconducibilità delle somme usate per la realizzazione dell’immobile alle attività illecite perpetrate nel tempo dall’indagato, ha emesso, di recente, un provvedimento di confisca eseguito in data odierna in collaborazione con la Polizia di Stato del capoluogo.

L’attività di contrasto alla criminalità organizzata mediante l’aggressione dei patrimoni illeciti, nella provincia di Foggia, prosegue senza soste, in piena collaborazione tra le Forze di Polizia, non solo per togliere alle organizzazioni criminali le proprie fonti finanziarie, ma anche per recuperare alla collettività la ricchezza ottenuta con gravi delitti, rafforzando, così, il valore educativo della legalità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento