'Operazione Babele', mano pesante del giudice: 9 condanne e 45 anni di reclusione

Lo ha deciso il gup del tribunale di Bari, Giovanni Abbattista, nei confronti di nove tra i soggetti coinvolti nell'operazione, all'esito di una complessa ed articolata indagine diretta dalla DDA di Bari e dai carabinieri

Immagine di repertorio

Nove condanne e complessivi 45 anni di reclusione per il processo “Babele”, relativo all’omonima operazione dei carabinieri del gennaio 2015, che ha sgominato una organizzazione criminale operante a Trinitapoli e che ha, di fatto, tranciato i rapporti stretti con altre realtà criminali attive nel nord Barese e nel Foggiano, ma anche a Lecce e Reggio Calabria.

Lo ha deciso il gup del tribunale di Bari, Giovanni Abbattista, nei confronti di nove tra i soggetti coinvolti nell’operazione, all'esito di una complessa ed articolata indagine diretta dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Bari, che ha svelato i nuovi assetti criminali operanti nel comune di Trinitapoli, in ordine a episodi di estorsioni, traffici di droga con la Calabria, rapina, detenzione di armi e un tentato omicidio avvenuto a Margherita di Savoia il 9 luglio 2011. Ventuno le persone coinvolte, a vario titolo, nel blitz dell’Arma, nove le sentenze con rito abbreviato

Nel dettaglio della sentenza, il gup ha inflitto una pena di 7 anni e 10 mesi di reclusione per Domenico Caprioli, 4 anni e 4 mesi e multa di 2400 euro per Vincenzo Carbone e 3 anni e 4 mesi e 14mila euro di multa per Giovanni Cavaliere. A Vittorio Cicinnato inflitti 7 anni di reclusione, a Pietro De Rosa, 6 anni e 3400 euro di multa, a Filippo Griner, 4 anni e 8 mesi e 20mila euro di multa. Ancora, 1 anno e 4 mesi e 2mila di multa per Felice Iodice, 7 anni e 6 mesi e 28mila di multa a Giuseppe Lafranceschina e 3 anni e 14 mila di multa per Francesco Rullo. Le motivazioni della sentenza saranno depositate entro 90 giorni.

OPERAZIONE BABELE: GLI ARRESTATI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento