Cronaca

Violenza sessuale, docente stringe e bacia l'alunna 13enne nello spogliatoio: condannato a un anno e quattro mesi

Come riporta l'Ansa nazionale, all'epoca dei fatti la vittima non aveva ancora compiuto 14 anni. Nell'episodio contestato, il professore le avrebbe tenuto le braccia strette per impedirle di muoversi o scappare dallo spogliatoio, dove prima del bacio avrebbe esternato i suoi sentimenti.

Condannato a 1 anno e 4 mesi di reclusione, con l'accusa di violenza sessuale, un professore di educazione fisica 64enne, di una scuola media del Foggiano, accusato di aver baciato una sua alunna. Sulla condanna c'è il sigilli definitivo della Cassazione.

Come riporta l'Ansa nazionale, all'epoca dei fatti la vittima non aveva ancora compiuto 14 anni. Nell'episodio contestato, il professore le avrebbe tenuto le braccia strette per impedirle di muoversi o scappare dallo spogliatoio, dove prima del bacio avrebbe esternato i suoi sentimenti.  Nel dettaglio, è precisato nell'agenzia, si contesta di aver costretto la ragazzina a subire "atti sessuali all'interno della scuola, abbracciandola da dietro e baciandola sulla guancia dopo aver tentato di farlo sulle labbra senza riuscirci per la resistenza opposta dalla vittima".

Per la Cassazione si tratta di un comportamento "inusuale" da parte di un docente, e per di piùaccaduto "nel mezzo di una lezione di educazione fisica e segnatamente nel corso delle misurazioni dell'altezza delle singole allieve, peraltro all'interno di uno spogliatoio e dunque di un luogo solo occasionalmente frequentato". Ad aggravare la posizione del prof., la circostanza secondo la quale l'uomo avrebbe cercato di rimanere solo, nello spogliatorio, con la vittima, allontanando le altre ragazzine presenti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza sessuale, docente stringe e bacia l'alunna 13enne nello spogliatoio: condannato a un anno e quattro mesi

FoggiaToday è in caricamento