menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'aggressione davanti al 'Bar Opera'

L'aggressione davanti al 'Bar Opera'

Cercone condannato a 15 anni di carcere: massacrò di pugni marocchino davanti a un bar

Matteo Cercone è stato condannato a quindici anni di reclusione per tentato omicidio del 13 marzo 2015. La vittima, un marocchino, ha riportato gravi lesioni al sistema nervoso

E’ di questi giorni l’ importante sentenza del Tribunale di Foggia che condanna Matteo Cercone a 15 anni di reclusione per tentato omicidio nei confronti di un cittadino marocchino, ma residente da svariati anni a San Severo, avvenuto la sera del 13 marzo 2015. Accolte in pieno le richieste della Procura di Foggia, nella persona del sostituto procuratore, la dott.ssa Ileana Ramundo, che sin da subito ha diretto le indagini de qua, ricostruendo ogni attimo della brutale aggressione.

Quella sera, davanti il ‘Bar Opera’, nei pressi del Teatro Comunale di San Severo, l’aggressione  si trasformò in tragedia. Improvvisamente Cercone raggiungeva la vittima che in quel momento era seduta ai tavolini del bar, sferrando all’indirizzo del marocchino, che nel frattempo cercava di allontanarsi, due pugni.

IL VIDEO SHOCK DELL'AGGRESSIONE

Non pago della brutale aggressione, Cercone si scaraventava sul giovane colpendolo selvaggiamente con una sequenza inaudita di circa dieci pugni, nonostante alcune persone avessero cercato di fermarlo. Divincolatosi dalla presa di alcuni astanti, riprendeva la sua sequenza omicida, colpendo la vittima con altri cinque pugni. Tanto veniva cristallizzato proprio dalle telecamere di videosorveglianza e visionate “in diretta” dal commissariato di P.S. di San Severo.

Il malcapitato dopo l’intervento dei sanitari, veniva trasportato in prognosi riservata prima nell’ospedale di San Severo, ma date le gravi condizioni, nell’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo, ove in serio pericolo di vita rimaneva in prognosi riservata per ben due mesi riportando lesioni importanti sul sistema nervoso. Cercone veniva bloccato e tratto in arresto da personale del commissariato di San Severo, nonostante una viva resistenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento