rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Cronaca San Michele / Corso Giuseppe Garibaldi

"Mi ruba clienti", bomba per eliminare concorrenza: quattro anni e mezzo per Mucciarone

Quattro anni di reclusione per Mario Mucciarone e un anno e 4 mesi, con pena sospesa, per Mohamed Halloufi. E' il primo esito del processo che si sta svolgendo al tribunale di Foggia, con rito abbreviato

Prime sentenze, per il processo che si sta svolgendo a Foggia, con rito abbreviato, relative all’attentato dinamitardo messo a segno il 3 maggio scorso ai danni del ristorante e pizzeria “Leonardo in Centro”, in corso Garibaldi. La sentenza emessa questa mattina è di quattro anni di reclusione per Mario Mucciarone e un anno e 4 mesi, con pena sospesa, per Mohamed Halloufi.

I due sono ritenuti dagli inquirenti l’uno la mente, l’altro il braccio dell’attentato dinamitardo messo a segno la mattina dello scorso 3 maggio, quando una fortissima deflagrazione sveglio gran parte della città. Una bomba, infatti, fu fatta esplodere davanti all’ingresso del ristorante-pizzeria “Leonardo in centro” in corso Garibaldi, a pochi metri da Palazzo di Città.

IL VIDEO DELLA BOMBA

Un episodio, stando alle risultanze dei carabinieri incaricati delle indagini del caso, legato a vicende di “concorrenza” sul mercato. Mucciarone, infatti, è il titolare di un bar che si trova esattamente di fronte all’attività colpita, rea di aver “inquinato” il mercato dei caffè e delle colazioni in zona. Secondo l’accusa infatti, l’indagato voleva indurre “Leonardo in centro” a chiudere perché gli aveva sottratto gran parte della clientela.

Bomba contro ristorante "Da Leonardo in centro" | FOTO R. D'AGOSTINO

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Mi ruba clienti", bomba per eliminare concorrenza: quattro anni e mezzo per Mucciarone

FoggiaToday è in caricamento