Sabato, 31 Luglio 2021

"Abbiamo fatto tutto il necessario". Ergastolo e isolamento diurno per 18 mesi all'omicida del maresciallo: "Ha avuto la giustizia che meritava"

Giuseppe Papantuono condannato all'ergastolo, con 18 mesi di isolamento diurno. Il commento del procuratore capo Ludovico Vaccaro alla lettura del dispositivo: "Non c'è mai soddisfazione in una condanna,, ma c’è la consapevolezza di aver fatto tutto il possibile". La compagna Stefania: "Era un grande uomo. Non lo dimenticherò mai".

“Non c’è mai soddisfazione in una condanna, soprattutto all’ergastolo. Ma c’è la consapevolezza di aver fatto, come ufficio, tutto quello che era necessario fare per dare giustizia - ovvero la sanzione che a nostro avviso era più giusta, e che è stata accolta dalla Corte d’Assise - per un fatto che è stato gravissimo”.

Questo il commento del procuratore capo di Foggia, Ludovico Vaccaro, titolare del procedimento a carico di Giuseppe Papantuono, con la collega Laura Simeone. L'uomo, 65enne di Cagnano Varano, è stato condannato all'ergastolo per l'omicidio del maresciallo Vincenzo Di Gennaro e il ferimento del carabiniere Pasquale Casertano, fatto avvenuto nell'aprile di due anni fa, nel centro garganico. 

“Nessuno ci restituirà il maresciallo Vincenzo Di Gennaro - aggiunge il procuratore - ma è stato significativa la costituzione dell’Arma dei Carabinieri come parte civile nel procedimento: dato un messaggio bellissimo comportandosi come se si trattasse, ed in effetti lo è, di un proprio figlio”.

Commozione in aula, dove - al termine della lettura del dispositivo - Stefania Gualano e Lucia Elena Elisabetta di Gennaro, rispettivamente compagna e sorella del maresciallo ucciso, si sono strette in un abbraccio liberatorio. “Ho aspettato con ansia questo momento”, ha detto Stefania. “Lui era un grande uomo e non lo dimenticherà mai. Resterà sempre nel mio cuore. Ringrazio tutte le persone che ci sono stati vicini in questi mesi, che sono stati al nostro fianco”

“E’ stata una giusta condanna e non possiamo che essere soddisfatti. Mio fratello ha avuto la giustizia che meritava essendo un grande esempio di servitore dello stato”, commenta la sorella sempre presente in aula: "Nessuno ci potrà restituire Vincenzo, però la giustizia è un valore importate e, devo dire, nei confronti di mio fratello c’è stata”.

Si parla di

Video popolari

"Abbiamo fatto tutto il necessario". Ergastolo e isolamento diurno per 18 mesi all'omicida del maresciallo: "Ha avuto la giustizia che meritava"

FoggiaToday è in caricamento