rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca San Severo

Fine di un incubo per una donna, condannata vicina di casa violenta: vittima minacciata e ferita a una mano

La donna di 47 anni, nata a San Severo ma residente a Francavilla al Mare, è stata condannata a tre anni di reclusione e 800 euro di multa

Era finita in manette dopo continue persecuzioni alla vicina di casa più giovane, sfociate in una vera e propria aggressione qualche giorno prima. Il 2 aprile il tribunale di Chieti ha condannato D.D.A., 47 anni originaria di San Severo ma residente a Francavilla al Mare, a 3 anni di reclusione e 800 euro di multa. A suo carico le accuse di rapina, violazione di domicilio e lesioni personali. Il pubblico ministero Lucia Campo aveva chiesto 4 anni. Lo riporta Chieti Today.

La donna avrebbe ammesso di avere problemi di tossicodipendenza, ma avrebbe negato alcune circostanze di cui era accusata, quella di essere entrata in casa della vicina di origini romene, sostenendo invece di averla incontrata per le scale e di averle chiesto di vedere il cellulare, perché sospettava che la giovane avesse intrapreso una relazione con il suo compagno. 

Le indagini hanno però confermato la versione della vittima, si legge su ChietiToday: la vicina terribile avrebbe minacciato di dar fuoco alla sua porta qualora non avesse aperto, chiedendole insistentemente e per l'ennesima volta denaro. Al suo rifiuto, avrebbe cercato di colpirla al volto, ma nella colluttazione finì col ferirla a una mano. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fine di un incubo per una donna, condannata vicina di casa violenta: vittima minacciata e ferita a una mano

FoggiaToday è in caricamento