Aggressione all'esterno del 'Domus', il 'buttafuori' Di Fiore condannato per la detenzione di armi e munizioni

Per il 38enne foggiano, già condannato per il tentato omicidio del 18enne aggredito all'esterno della discoteca, arriva un secondo responso dal giudice del Tribunale di Foggia: ovvero ulteriori 3 anni e 8 mesi di reclusione

Immagine di repertorio

Ancora una condanna per Aleandro Di Fiore, buttafuori foggiano, di 38 anni, già condannato a 10 anni di reclusione per il tentato omicidio di un diciottenne di Lucera aggredito nei pressi della discoteca 'Domus'.

Per lui, arriva una seconda condanna dal giudice del Tribunale di Foggia. Ovvero ulteriori 3 anni e 8 mesi di reclusione con l’accusa di detenzione e porto illegale di armi e relativo munizionamento. Più precisamente, l’uomo risponde (in concorso) della detenzione di un arsenale recuperato dalla squadra mobile di Foggia in una abitazione di Foggia, a pochi giorni dall’aggressione al ‘Domus’ (il collegamento con Di Fiore è stato subito rilevato dagli investigatori). A questo si aggiunge il porto illegale di una pistola non materialmente recuperata ma della quale si fa riferimento in alcune intercettazioni.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Macabra scoperta nel Foggiano: recuperato un corpo carbonizzato dentro un'auto, vittima di un incidente stradale

  • Arrestati Angelo e Napoleone Cera: sono accusati di concussione

  • Maxi furto nel caveau dell'Unicredit a Foggia: svaligiate 300 cassette di sicurezze ma non ci sarà nessun colpevole

  • Coro ai diffidati e 'Quarta Mafia', Pio e Amedeo sbottano: "Ci siamo rotti le palle della facilità di giudizio sulla nostra terra"

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento