Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Isole Tremiti

Le Tremiti cantano Lucio Dalla, un successo la festa a San Domino

Il premio Garganus è andato al conduttore televisivo Osvaldo Bevilacqua e a Lucio Dalla. Futura a Pierdavide Carone. Pecorella: "Sembrava di vedere Lucio divertirsi sul palco"

Non un triste e solenne tributo all’artista scomparso, ma una gioiosa festa tra amici, durante la quale si è avvertita distintamente la geniale ed istrionica presenza dell’amico di tutti e di sempre: Lucio Dalla.

Diverse centinaia di spettatori, rappresentanti di almeno quattro generazioni, hanno gremito Piazza Pertini di San Domino, dove ieri sera si è svolto il concerto ‘Il Mare e la Stella’ (presentato dal giornalista del Tg1, Attilio Romita), evento cofinanziato da Regione Puglia attraverso il consorzio Teatro Pubblico Pugliese (TPP), dall’Ente Parco Nazionale del Gargano, in qualità di soggetto gestore della Riserva Naturale Marina delle Isole Tremiti, dal Comune di Isole Tremiti ed è organizzato dall’Associazione Punto e a Capo.
 
Tutti i grandi successi del cantautore bolognese sono stati eseguiti con grande maestria dai suoi ‘discepoli’, i talenti più ‘verdi’ del suo giardino.

Da ‘Piazza Grande’ a ‘Caruso’ passando per ‘Ma come fanno i marinai’ fino a concludere con un suggestivo finale caratterizzato da ‘La casa in riva al mare’ e ‘Ciao’.

Proprio sulle note di questa ultima canzone è stata montata una clip durante la quale tutti i tremitesi, intenti nelle loro faccende quotidiane, hanno rivolto un sincero e caloroso saluto a tutti i presenti all’evento e soprattutto al loro amico fraterno scomparso pochi mesi fa in Svizzera.

Si sono esibiti Pierdavide Carone, Lalo Cibelli, Marco Formentini, Graziano Galatone, Martino de Cesare Trio, Stefano Ligi, Bruno Mariani e Gabriel Zagni.

Momento di commozione tra artisti e pubblico quando Carone ha cominciato a suonare le prime note di ‘Nanì’, presentata dal cantautore tarantino all’ultimo festival di Sanremo proprio con Dalla. Attraverso una struggente interpretazione, il giovane artista ha fatto rivivere gli indimenticabili momenti delle ultime apparizioni televisive di Lucio, pochi giorni prima della sua scomparsa. Poi è stato insignito del premio FUTURA.

A caratterizzare la serata anche la consegna dei premi istituiti dall’Ente Parco: “GARGANUS” e “FUTURA” che celebrano l’importanza della tutela e valorizzazione delle risorse naturalistiche e gratificano e riconoscono l’impegno dei giovani talenti. 

Quest’anno i premi sono andati a Lucio Dalla (consegna del riconoscimento alla Presidente dell’Associazione Punto e a Capo, Annalisa Lisci) per l'impegno per la promozione e tutela delle Tremiti e ad Osvaldo Bevilacqua (storico volto Rai e conduttore di Sereno Variabile) per le sue capacità comunicative nell’ambito ambientale.

Altresì, Osvaldo Bevilacqua è diventato testimonial di un progetto (in collaborazione con la nota associazione Albatros del compianto sub Avv. Paolo Pinto), finanziato dallo stesso Ente Parco, per la formazione di guide subacquee per non vedenti ed ipovedenti per abbattere le barriere e aprire ad un nuovo segmento turistico.

Sembrava di vedere Lucio sul palco che come sempre si divertiva a suonare e cantare con i suoi amici – ha dichiarato Stefano Pecorella - Questa manifestazione ha rispecchiato perfettamente lo spirito con il quale Dalla ha affrontato la sua fulgida carriera artistica e la sua esistenza, sempre caratterizzate non solo dalla grande genialità intellettuale, ma soprattutto dal suo essere umile, disponibile con tutti ed attento al talento dei più giovani.

Sono convinto – ha concluso il presidente – che questa manifestazione possa e debba rappresentare nel tempo il segno tangibile dell’operato di Lucio per la sua gente. Lui sarà la nostra stella e noi il suo mare da illuminare”.  

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le Tremiti cantano Lucio Dalla, un successo la festa a San Domino

FoggiaToday è in caricamento