Condannato il Comune di Foggia: 'ignorati' gli usi civici sui terreni alienati di Bosco Incoronata. "Conseguenze pesanti"

Pino Lonigro sulla vicenda dell’alienazione dei fondi di Bosco Incoronata e Mezzana della Madonna: "Grave errore di valutazione. Ora Landella spieghi i motivi del suo operato e come intende riparare i danni”

Immagine di repertorio del parco

"Il Comune di Foggia non poteva alienare i fondi del Bosco dell’Incoronata di Carra e quello denominato 'Mezzana della Madonna”. A stabilirlo, con sentenza definitiva e inappellabile, è stato, lo scorso 29 aprile, il commissario degli usi civici della Puglia, Maria Grazia Caserta.

Il riferimento - spiega in una nota stampa l'ex consigliere regionale Pino Lonigro - "è all'operazione conclusa dal sindaco Franco Landella, pochi mesi dopo la sua prima elezione a sindaco, quando nel 2015 procedette ad alienare i terreni che ricadono nei fondi in questione. Il Comune di Foggia basò l’alienazione di quei terreni sulla convinzione che sopra di essi non gravassero usi civici. I ricorrenti contro quella decisione, per la maggior parte soci della cooperativa 'Terra Fiore', si appellarono alla magistratura per tornare a poter utilizzare i fondi".

“Il Comune di Foggia ha perso la causa con conseguenze molto pesanti sul piano della debitoria”, ha spiegato l’ex consigliere regionale Pino Lonigro. “Oltre a decidere l’annullamento di tutti gli atti inerenti all’alienazione dei fondi, il commissario degli usi civici della Puglia ha condannato il Comune di Foggia a provvedere alle spese legali”, ha aggiunto Lonigro, “ed ora c’è la concreta possibilità che i ricorrenti chiedano un risarcimento per i danni subiti in seguito alla mancata gestione delle colture che, fino ad alienazione avvenuta, producevano su quei fondi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Conclude quindi Lonigro: "Landella vada in Consiglio comunale e spieghi alla cittadinanza i motivi del suo operato e illustri come intende affrontare le conseguenze di questa sentenza. C’è stato un grave errore di valutazione che ha causato danni ai ricorrenti, ai soggetti ai quali erano stati accordati i fondi in seguito all’alienazione, e alle casse comunali dunque a tutti i contribuenti sui quali ricadranno le spese di questa ennesima operazione spericolata e avventurosa”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Regionali Puglia: i risultati in diretta

  • Foggia fa il botto di consiglieri regionali: ecco i nomi dei 'Magnifici 10' che rappresenteranno la Capitanata in Puglia

  • Attimi di paura in via Monfalcone: aggrediti agenti della Locale, per aver chiesto di abbassare il volume della musica

  • Ultima ora: rinvenuto cadavere di un uomo

  • Chi potrebbe andare a Bari: ok Piemontese e Tutolo. Incertezza nel centrodestra, in bilico anche Rosa Barone

  • Regionali Puglia 20 - 21 settembre: come si vota

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento