menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Il Comune di Cerignola è alla svolta (digitale): “Semplifichiamo il sistema"

Il Comune ofantino è entrato nell’anagrafe nazionale della popolazione residente (Anpd), banca dati del Ministero dell'Interno che unifica tutte le anagrafi locali: "Un traguardo importante che mette la città al passo con i tempi"

Il Comune di Cerignola è subentrato nell’Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (Anpr) che unifica tutte le anagrafi locali in un'unica anagrafe nazionale: un traguardo importante che mette la città al passo con i tempi, fortemente voluto dalla commissione straordinaria (insediatasi a seguito dello scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni mafiose) e perseguito in questi mesi con determinazione, superando anche le difficoltà legate all’emergenza sanitaria.

Anpr è una banca dati, istituita presso il Ministero dell’Interno, dove quindi dovevano già da tempo confluire progressivamente tutte le anagrafi dei Comuni italiani per realizzare un sistema integrato nazionale che renderà più snello ed agile il lavoro, facilitando la gestione totalmente informatizzata dei servizi anagrafici con considerevoli vantaggi in termini di efficienza.

L’Anpr consentirà, infatti, di evitare duplicazioni di comunicazione con le pubbliche amministrazioni; garantire maggiore certezza e qualità al dato anagrafico; semplificare le operazioni di cambio di residenza, emigrazioni, immigrazioni, censimenti; consultare o estrarre dati, monitorare le attività, effettuare statistiche. “Un risultato importante", commentano dal Comune di Cerignola. "Grazie a Anpr, infatti, le operazioni saranno dirette e immediate, e ciò significa che ogni aggiornamento dati verrà automaticamente comunicato a enti come la motorizzazione, l’agenzia delle entrate, l’Inps e l’Istat. L’allineamento con l’anagrafe tributaria, inoltre, consentirà l’emissione dei codici fiscali in automatico”.

La piattaforma Anpr è un ulteriore passo verso la digitalizzazione del sistema, con l’obiettivo di migliorare e semplificare i servizi al cittadino. Con il subentro in Anpr, infatti, i cittadini potranno ottenere in ogni momento i certificati anagrafici o la carta d’identità in qualsiasi comune italiano facente parte della rete Anpr. “I nostri concittadini che vivono in altri comuni - spiegano ancora dal Comune di Cerignola - potranno chiederli direttamente all’anagrafe del paese in cui vivono, così come chi si trova occasionalmente a Cerignola potrà chiedere la certificazione alla nostra anagrafe. Sono le basi per poter progettare nuovi servizi anagrafici totalmente digitali che garantiranno ai cittadini di verificare i propri dati online se muniti di Cns o Cie, ma anche di effettuare ogni operazione via web, inclusa la stampa della certificazione anagrafica in totale autonomia”.

Obiettivi ambiziosi, dunque, il cui percorso oggi si preannuncia più agevole e spedito. Continua l’ente Comune: “Il subentro in Anpr non è stato automatico ma è stato preceduto da una complessa attività di bonifica dei dati, spesso incompleti o inesatti, da parte dell’ufficio anagrafe e da una fase di test riguardante tutte le funzioni e tutti i processi previsti dalla normativa vigente in materia anagrafica per rendere il servizio ai cittadini sempre più efficiente”. L'inserimento nell'Anpr ha consentito inoltre all'amministrazione comunale di Cerignola di beneficiare di un contributo statale di 7.000 euro destinato al miglioramento e all'efficientamento dell'Ufficio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Attualità

Il Governo reintroduce la zona gialla e riapre le attività all'aperto. Il premier Draghi: "Rischio ragionato su dati in miglioramento"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento