menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Marco Ferrazzano

Marco Ferrazzano

Marco Ferrazzano compie gli anni oggi, ma di lui nessuna traccia: "Presto il Dna sui resti trovati sui binari"

Dramma nel dramma per la famiglia foggiana, consumata dalla scomparsa del figlio e divorata da un atroce dubbio: ovvero se la vittima dell'incidente ferroviario avvenuto a Foggia, il giorno dell'allontanamento sia o meno il 29enne

Marco Ferrazzano oggi compie 29 anni. Ma non insieme alla sua famiglia. Del giovane foggiano, infatti, si sono perse le tracce lo scorso 22 gennaio, quando è uscito di casa senza farvi più ritorno. La famiglia, che ne ha denunciato la scomparsa subito dopo, è disperata e chiede a chiunque aiuto.

Del caso si è occupata anche la trasmissione 'Chi l'ha visto?'. In rete si sono moltiplicate segnalazioni del giovane, ma tutte senza riscontro alcuno. Alle telecamere Rai, la mamma Enza ha lanciato uno straziante appello"Marco, torni a casa? Adesso è il tuo compleanno. Il 1 febbraio, vieni che facciamo la festa. Chi l'ha visto me lo deve portare", poi le lacrime a dirotto della donna, che teme che suo figlio possa esser stato vittima di atti di bullismo.

Ma a divorare maggiormente la famiglia è un atroce dubbio: il giorno della scomparsa del ragazzo, si è verificato un investimento sui binari della tratta ferroviaria Foggia - Bari: si tratta di Marco? "Per sapere la verità bisogna che le autorità facciano al più presto l'esame del Dna sul corpo investito da un treno sulla linea Foggia-Bari il giorno 22 gennaio. Bisogna capire se quel corpo è il nostro amato Marco oppure qualcun altro, a cui pure bisogna dare un nome e avvisare i cari", l'appello lanciato dai familiari.

"I resti recuperati sui binari non sono assolutamente riconoscibili. Frammenti di vestiti, piccole parti di corpo e sangue. Non è rimasto nulla che ci possa dire se quei resti appartengono a Marco. Non sono trovate le scarpe che potrebbero essere sicuramente un elemento riconoscibile. Soltanto l’esame del Dna sui resti potrà dare una conferma o una smentita. È stato comunicato alla famiglia che per questo esame è necessario almeno un mese di tempo. Chiediamo a tutti voi - è l'appello - di aiutarci a sensibilizzare chi sta lavorando al caso perché i permessi vengano concessi in fretta e le ricerche siano portate a compimento".

Marco lo ricordiamo, lo scorso venerdì 22 gennaio, è uscito di casa a piedi intorno alle 15 dicendo che sarebbe andato a fare un giro; alla madre ha detto che sarebbe rientrato nel giro di un'ora ma così non è stato. Al momento della scomparsa non aveva con sé nè cellulare né documenti. Indossava un giubbotto blu scuro con cappuccio, maglione blu scuro con scritta sul retro bianca, jeans chiari con strappi altezza ginocchia e scarpe nere. Oggi è il suo compleanno, ma nessuno spegnerà le candeline.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Attualità

Il Governo reintroduce la zona gialla e riapre le attività all'aperto. Il premier Draghi: "Rischio ragionato su dati in miglioramento"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento