menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pirp A Comparto Biccari, Abbattista: “Vittoria del Comitato di quartiere”

Il presidente del Comitato Antonello Abbattista: "All'amministrazione chiediamo decisione, trasparenza e velocità nell'attuazione della riqualificazione, o meglio "qualificazione", del Comparto Biccari"

Dopo un decennio di attese e paradossali ritardi, il Comparto Biccari potrà finalmente avere una sua connotazione definita andando a sanare il vulnus che, di fatto, lo ha reso un vero e proprio quartiere dormitorio. Una vittoria indiscutibile del Comitato di quartiere Comparto Biccari che, in sinergia con la Circoscrizione Nord Arpi-Croci e grazie alle opportunità offerte dalla copianificazione urbanistica promossa dal Comune di Foggia nel 2011, ha fortemente rivendicato dignità per i residenti di una zona lasciata colpevolmente per anni senza servizi e con opere di urbanizzazione incomplete o mai eseguite”. E’ il commento del coordinatore del Comitato di quartiere Comparto Biccari, Antonello Abbattista, all’indomani della definitiva approvazione, da parte della Giunta comunale, del piano di riqualificazione riguardante la zona 167 a nord della città.

Auspichiamo che si proceda speditamente per avere risultati concreti già nei prossimi mesi dato che sono davvero molte le cose da fare. Su tutte, quella di restituire decoro al Tratturo Biccari, oggi uno sterrato ricolmo di rifiuti (per il quale chiediamo incessantemente la bonifica), che diventerà un percorso pedonale e una pista ciclabile coronato da un parco urbano che sorgerà alla fine di viale Giuseppe La Torre. Una valorizzazione del percorso storico fortemente promossa dal presidente della Circoscrizione Nord Arpi-Croci Antonio Tannoia, al quale desideriamo esprimere il nostro particolare ringraziamento.

Sempre in viale La Torre è prevista la realizzazione di parcheggi pubblici che sorgeranno sulle aree lasciate libere dai ‘ponti’, edifici che avrebbero dovuto ospitare 32 alloggi comunali i quali, invece, sono stati delocalizzati nell’area prospiciente l’Enaip di via Rovelli angolo via Martiri di via Fani. Sempre in viale La Torre, nell’area verde compresa tra via Baviera e via Carchia, sorgerà un parco giochi che questo Comitato e la Circoscrizione Nord hanno fortemente voluto. Anche le aree verdi del quartiere saranno interessate da lavori che riguarderanno la dotazione di arredi e il più complessivo potenziamento della pubblica illuminazione (addirittura del tutto mancante, ad esempio, in via Raffaele Lagonigro).

In via Federico Spera, invece, sarà rimosso l’attuale spartitraffico e rifatto completamente il manto stradale (le cui voragini presenti già adesso, però, devono essere necessariamente riparate senza ulteriori perdite di tempo) e un parcheggio pubblico diventerà anche l’area antistante l’attuale parrocchia provvisoria di San Filippo Neri. In via Antonio De Mita, invece, attendiamo il completamento dello spartitraffico.

Infine, nelle grandi aree attualmente libere di via Spera (dietro l’Enaip), via Lagonigro e viale La Torre (di fronte all’imbocco di via Calmo) ci sarà spazio per i servizi commerciali, economici e di istruzione”, spiega Abbattista che prosegue: “Il Comparto Biccari, purtroppo, rappresenta una occasione persa nell’ottica di un nuovo modo di intendere l’urbanistica. Per troppi anni si è operato nel più totale disinteresse dei bisogni dei residenti sia da parte del mondo dell’imprenditoria che da parte della politica. Il percorso virtuoso che questo Comitato, la Circoscrizione Nord e l’assessorato all’Urbanistica hanno intrapreso lo scorso anno, ha cercato di salvare il salvabile nel vero e proprio senso della parola.

Restano, tuttavia, situazioni paradossali come quella dell’area residenziale edificata a un tiro di schioppo dalla nuova Parrocchia di San Filippo Neri (i cui lavori sono bloccati da mesi e per la quale chiediamo al Comune e soprattutto alla Diocesi di intervenire con decisione) e dalle preesistenti residenze. Una situazione che, sia pur legittima dal punto di vista delle regole, avrebbe meritato una cospicua applicazione di buon senso da parte dell’Amministrazione comunale.

Amministrazione alla quale chiediamo, adesso, decisione, trasparenza e velocità nell’attuazione della riqualificazione (o meglio “qualificazione”) del Comparto Biccari”, conclude Antonello Abbattista.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento