rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Cronaca

La compagna di Iemmello contro il Foggia: "Non sapete gestire la tifoseria"

L'attrice Giulia Elettra Gorietti, compagna di Pietro Iemmello, commenta la tentata aggressione dei tifosi del Foggia al centravanti del Catanzaro avvenuta ieri sul terreno di gioco dello Zaccheria

Dopo l'infelice uscita di tre anni fa, quando aveva salutato il trasferimento di Pietro Iemmello dal Foggia al Perugia, con la frase davanti alla foto del cancello della nuova abitazione umbra - "Finalmente alla civiltà" -, l'attrice Giulia Elettra Gorietti torna a parlare dei rossoneri dalle pagine del suo profilo Instagram.

La compagna del centravanti del Catanzaro vittima di una tentata aggressione da parte di due tifosi rossoneri durante l'incontro di calcio vinto dalla compagine calabrese per 6 reti a due, torna a parlare dei rossoneri. Evidemente arrabbiata, punta il dito contro la società: "Mia figlia ieri guardava il papà giocarre e ha dovuto assistere ad uno spettacolo che ha tutto tranne che di sport e dei valori che il calcio trasmette e deve trasmettere ai giovani. Poi chi chiediamo perché il calcio in Uk è più sicuro. Perché è imprensabile quello che è successo ieri, minacce di morte e tagli di gola mimati in diretta tv. Davanti a dei bambini che guardano la loro squadra. Non parlo mai di calcio ma dopo ieri condanno fortemente il club del Foggia che non sa gestire la sua tifoseria e le partite che avvengono nel proprio stadio. Inutile che si dissociano nelle interviste, lo dimostrino con i fatti".

Nondimeno, in merito ai gravissimi fatti avvenuti ieri sera sul terreno di gioco dello Zaccheria, l'Associalciatori disapprova con fermezza "la vergognosa aggressione subìta da Pietro Iemmello oggetto di una vera e propria caccia all’uomo". L'Aic esprime totale solidarietà al calciatore e ai componenti della squadra calabrese, condanna l'episodio e auspica che le autorità competenti facciano luce sulle circostanze che hanno determinato l'evento, "inqualificabile ed inaudito". E ancora: "Un atto gravissimo che, purtroppo, si va ad aggiungere alla lunga lista di casi di intimidazioni e violenza nei confronti di tesserati evidenziata nel rapporto “Calciatori sotto tiro” redatto annualmente dall’Associazione Calciatori".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La compagna di Iemmello contro il Foggia: "Non sapete gestire la tifoseria"

FoggiaToday è in caricamento