menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto da video

Foto da video

Operazione antimafia 'Decima Azione' a Foggia: i commenti sui 30 arresti di polizia e carabinieri

Alle dichiarazioni a caldo del sottosegretario Luigi Gaetti, del sindaco di Foggia, del governatore della Regione Puglia e del presidente della commissione Antimafia Domenico Morra, se ne sono aggiunte altre di vari esponenti politici e rappresentanti di associazioni

I dettagli della operazione antimafia

La senatrice Teresa Bellanova, componente Commissione nazionale Antimafia

“E’ sempre un giorno importante quando l’economia e l’imprenditoria sana di un territorio, soprattutto se un territorio meridionale, possono respirare di sollievo perché finalmente liberi dal giogo vessatorio e criminale delle organizzazioni mafiose e di chi quotidianamente con ricatti, estorsioni, pressioni, attenta alla libertà e alla democrazia delle comunità sociali ed economiche. Questo oggi a Foggia è accaduto grazie ad un esemplare e complesso lavoro congiunto di Forze dell’Ordine e Magistratura. Per Foggia e per la Puglia  una data significativa.Le cronache e le dichiarazioni di Investigatori e Magistrati della Direzione Distrettuale Antimafia di Bari, restituiscono un clima pesantissimo, caratterizzato tra l’altro da estorsioni realizzate a tappeto nei confronti di tutti gli operatori economici operanti nella città di Foggia, dalle agenzie funebri ai gestori di slot machine, passando per gli esercizi commerciali e gli imprenditori edili. Un clima da vere e proprie mani sulla città. Per questo devono farci riflettere le parole dei vertici delle Forze di Polizia quando, parlando di un cielo azzurro restituito alla città, invitano i cittadini a fare un passo avanti e fare quadrato per impedire e rimuovere dinamiche di questa natura dal tessuto civile ed economico. Lo si fa non prestando il fianco, non nutrendo la zona di grigio e di mafiosità che permette al crimine di attestarsi e radicarsi, affermando e difendendo in tutti i modi il diritto ad un’economia sana, la sola che permette sviluppo duraturo, occupazione buona, vero futuro ai territori.

Rosa Barone, presidente commissione antimafia Regione Puglia

È una bella giornata per Foggia e per i cittadini che non abbassano mai la testa. Quello di oggi è un segnale forte della presenza dello Stato sul territorio e dell’efficacia nelle misure per contrastare la criminalità. Ringraziamo la DDA di Bari, la Magistratura e le forze dell’ordine per una delle più importanti e vaste operazioni che riguardano il territorio di Capitanata. Questo dimostra una profonda attenzione per la sicurezza dei pugliesi e per il problema della criminalità su Foggia, che in molteplici occasioni anche noi consiglieri regionali abbiamo denunciato. Il lavoro da fare per prevenire e contrastare la criminalità è ancora tanto, ma operazioni come queste sono di fondamentale importanza per dare al territorio le risposte che chiede da anni. Anche la politica può e deve fare la sua parte rifiutando ogni connivenza con persone che affossano da anni il nostro territorio

Fabio Porreca, presidente della CCIAA di Foggia

Oggi è una bellissima giornata di speranza e di possibile liberazione per il nostro territorio che vive da ormai troppo tempo sotto la cappa della criminalità organizzata! Una vittoria significativa della squadra Stato: DDA di Bari, Procura della Repubblica di Foggia, Prefettura e forze dell'ordine, che abbiamo il dovere di ringraziare per  questa e le altre operazioni di successo messe in campo in queste settimane  per il ripristino della legalità, anche con sequestri e misure interdittive antimafia che hanno espulso dall'arena competitiva imprenditori collusi con la criminalità”. E' evidente altresì che questa battaglia per l'affermazione definitiva della legalità passa anche attraverso l'impegno della comunità imprenditoriale locale che deve avere fiducia nello Stato e collaborare. A questo proposito un ringraziamento va a quegli imprenditori, purtroppo ancora troppo pochi, che con la loro denuncia hanno aiutato a raggiungere questo importantissimo risultato

Gianni Rotice, presidente di Confindustria Foggia

“La lunga e meticolosa attività investigativa, unitamente ad un’efficace azione di coordinamento costituisce testimonianza concreta ed indubitabile della presenza sul territorio di quella Squadra Stato a cui tutti dobbiamo sentirci onorati di appartenere: istituzioni, corpi intermedi, imprenditori e cittadini. Un’appartenenza che non può e deve limitarsi a dichiarazioni di principi, seppur condivisi, ma esplicitarsi in azioni concrete affinché ciascuno per la propria parte contribuisca al ripristino delle necessarie condizioni di legalità e sicurezza, indispensabili per la realizzazione degli auspicati processi di crescita e sviluppo

Marco Minniti, ex Ministro ed esponente del PD

La maxi operazione antimafia di oggi è un altro importantissimo passo avanti nella battaglia contro la criminalità organizzata nel foggiano. Un risultato assai significativo, frutto di un lavoro lungo, costante, che ha visto protagoniste le Forze dell’Ordine e le Istituzioni, impegnate su questo fronte da diverso tempo.  Lo Stato afferma la sua presenza e la legalità fa sentire la sua forza. Grazie ai Carabinieri, alla Polizia, alla Dia che hanno assicurato alla giustizia esponenti di alcuni dei clan mafiosi più efferati di quelle zone. La battaglia contro questa mafia e contro tutte le mafie, ci ha visto e sempre ci vedrà in prima linea, al fianco di chi, ogni giorno, le combatte, con l’obiettivo di liberare definitivamente quei territori dalla presenza del crimine organizzato. 

Daniela Marcone, Libera contro Le Mafie

Soddisfazione, gratitudine e sincero apprezzamento per l'impegno della Magistratura, Prefettura e delle forze dell'ordine per l'importante operazione investigativa che ha consentito di bloccare attività illecite e di criminalità organizzata in terra foggiana

Marco Pellegrini del M5S, componente della commissione antimafia

Oggi a Foggia lo Stato ha fatto sentire la sua presenza, ha imposto la Legge. L’operazione messa in campo dai magistrati e dalle forze dell’ordine, e cha ha portato all’arresto di 30 presunti esponenti dei clan, rappresenta un successo dei cittadini perbene e di chi crede nella legalità e può rappresentare un durissimo colpo alla mafia foggiana. Negli ultimi 35 anni le mafie della provincia di Foggia hanno portato un attacco feroce ai cittadini e al territorio della Daunia. Oggi lo Stato risponde con le sue armi, ridando coraggio e fiducia ai tanti che non si sono mai piegati a quella mafia che gli inquirenti ritengono sia la più feroce e la più sanguinaria in Italia. Oltre alla meritoria risposta repressiva dello Stato, tutti noi dobbiamo continuare dare un contributo di crescita per la nostra terra. Se davvero vogliamo vincere questa battaglia, non dobbiamo lasciare sole le istituzioni e ognuno di noi deve essere un incubatore di legalità

Il Presidente del Consiglio Comunale Luigi Miranda 

Voglio ringraziare il Procuratore della Repubblica di Foggia dott. Ludovico Vaccaro, il pm della DDA di Bari dott. Giuseppe Gatti e tutte le Forze dell'ordine per la brillante operazione che ha decimato la Società foggiana. E' il risultato di un lavoro costante, preciso e inappuntabile. Un successo che riempie d'orgoglio i cittadini che non hanno mai dubitato dell'efficienza dello Stato nel colpire la malavita, e un sollievo per gli imprenditori, vittime di estorsioni, un reato che mortifica il sistema delle imprese. L'aver fatto tabula rasa, come ha dichiarato il Procuratore Vaccaro, ci restituisce una città migliore, la città dei foggiani perbene, e ribadisce il primato della legalità

Giandonato La Salandra ed Erio Congedo dei Fratelli d'Italia

Ogni giorno supportiamo il lavoro di quanti garantiscono la legalità e l'ordine in città. Oggi vogliamo ringraziarli per aver condotto un'operazione che dimostra che i riflettori su Foggia sono sempre accesi e che le istituzioni vivono, vigili, accanto ai cittadini: il segnale della forte presenza dello Stato di cui va preso atto

Lia Azzarone e Davide Emanuele del Partito Democratico

Lo Stato c'è e i foggiani hanno avvertito nitidamente la sua presenza all'alba di questa mattina mentre erano in volo gli elicotteri che sorvegliavano dall'alto una delle più importanti operazioni antimafia degli ultimi decenni. Gli uomini e le donne dei clan che organizzano rapine, spaccio ed estorsioni, che inquinano l'economia e rendono insicure le nostre strade, che non si fanno scrupolo di sentenziare sulla vita delle persone e di sparare per strada ora sono in carcere e si spera ci restino per rispondere di tutto il male fatto alla nostra comunità. Magistrati e Forze dell'Ordine hanno lavorato con impegno e determinazione per ottenere questo importantissimo risultato e, perché no, dimostrare la capacità di svolgere con onore il proprio compito al servizio dei cittadini. Gli stessi che hanno il dovere civico e morale di supportarli con la denuncia della violenza subìta e la collaborazione utile a definire la pervasività del cancro mafioso. L'intera comunità del Partito Democratico foggiano è al fianco degli uni e degli altri così come è pronta a svolgere la propria parte, nella società e nelle istituzioni, per prevenire e contrastare ogni forma di illegalità e ogni inquinamento criminale e mafioso.

Vincenzo Simeone, presidente Federazione PMI di Confartigianato Imprese Foggia

Con il duro colpo inferto alla criminalità organizzata, oggi a Foggia si respira un’aria più pulita. Esprimiamo tutta la nostra gratitudine alla Magistratura, alla Prefettura e alle forze dell’ordine per l’esito di un’importante operazione che ha consentito di bloccare una serie di attività criminali tentacolari tese a depredare il territorio e a devastarne il tessuto economico. Una Piovra che aveva preso di mira attività produttive, aziende, commercianti, e che stava consumando la città lentamente, pezzo dopo pezzo. Gli arresti di oggi confermano che lo Stato e le Istituzioni ci sono e sono in grado di liberare il campo dalle pressioni criminali che distruggono le imprese, impediscono qualsiasi genere di investimento e avvelenano la vita dei cittadini

Elena Gentile, europarlamentare del PD

Le dichiarazioni di queste ore delle autorità competenti ci confermano della lunga, complessa e faticosa attività di questi mesi e anni da parte di tutti gli organi dello Stato, nessuno escluso, per realizzare una operazione antimafia così importante come quella dell’alba di oggi a Foggia. Gratitudine e riconoscenza a Polizia, Carabinieri, Prefetto, Questore, Magistratura, Direzione Distrettuale Antimafia, Istituzioni dello Stato, sottolinea con orgoglio Elena Gentile. Al tempo stesso, tuttavia, consapevolezza da parte di tutti che quello raggiunto non è un punto di arrivo ma lo snodo per ulteriori obiettivi. Ed anche lo stimolo per una rinnovata fiducia nella presenza dello Stato, in modo che ciascuno da oggi in poi si senta meno solo nell’azione di rimozione di un muro di omertà finora difficile da superare. La mafia in questa provincia non è solo Foggia. E non si nutre soltanto di attività criminale classicamente intesa. Compete agli organi dello Stato, ma anche a tutti quanti noi, tessuto civile, economico e società politica, adoperarci perché nuovi e significativi risultati possano essere raggiunti a più ampio raggio. Mafia, corruzione, opacità dell’azione amministrativa, sono i veri nemici dello sviluppo economico sano e della buona occupazione. All’alba di questa mattina un primo passo è stato compiuto. Non fermiamoci.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Compro 3mila dosi del vaccino Sputnik con la mia indennità"

Attualità

L'impianto di compostaggio di San Severo si farà: ha vinto Saitef, il Consiglio di Stato certifica il 'pasticcio' del Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento