Emergenza 'Pista', per il capo dipartimento 'Immigrazione' "tempi non lunghi" ma precisa: "Va tutelata la dignità di chi vi dimora"

In corso il Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica dedicato all’emergenza Borgo Mezzanone. L'obiettivo: “Il Dipartimento vuole mettere a sistema una strategia complessiva per accelerare gli abbattimenti"

Il Comitato riunito

“Stretta legalità, ma guardando sempre a profili di umanità”. Così il prefetto mattinatese Michele Di Bari che, al suo primo appuntamento in Capitanata da capo del Dipartimento per le Libertà Civili e lmmigrazione del Ministero dell'Interno, si trova a gestire la ‘bomba’ del ghetto di Borgo Mezzanone, la cosiddetta ‘pista’ situata a breve distanza del Centro Accoglienza per Richiedenti Asilo.

Di Bari sta partecipando, in queste ore, al Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica dedicato all’emergenza Borgo Mezzanone, dove da alcuni mesi sono in atto alcuni ‘abbattimenti controllati’ - sedi di attività illegali, circoli di malaffare ma anche alloggi di fortuna -  finalizzati allo smantellamento totale dell’area. “Il Dipartimento vuole mettere a sistema, con Prefettura e gli altri soggetti istituzionali coinvolti, una strategia complessiva per accelerare gli abbattimenti e creare una cornice stretta di legalità in quel territorio”, anticipa Di Bari prima dell’incontro.

Prematuro parlare di tempistiche: “I tempi non devono essere lunghi, ma vanno rapportati alle difficoltà che quel luogo manifesta ad ognuno di noi. Non dimentichiamo - conclude - che parliamo di persone, e va fatta salva la loro dignità. Pertanto dobbiamo verificare i requisiti soggettivi di ognuno, e per ognuno cercare una soluzione, ove possibile, sfruttando tutti gli strumenti oggi offerti”.

Potrebbe interessarti

  • A spasso nel Gargano e quella torre che si affaccia sul mare cristallino tra i laghi di Lesina e Varano

  • Come allontanare api, vespe e calabroni: alcuni rimedi naturali

  • Gargano da amare: dai faraglioni di Mattinata al castello di Manfredonia, dalla Basilica di Siponto alla grotta di San Michele

  • Come proteggere la casa dai ladri in estate

I più letti della settimana

  • Voleva togliersi la vita, Roberta lo ha salvato e poi il blackout: così Francesco l'ha uccisa a mani nude

  • Ultim'ora | Vento forte, grandine e fulmini sul Gargano: il maltempo minaccia l'estate in Capitanata

  • San Severo sotto shock piange Roberta Perillo: "È in un altro mondo, dove esiste amore autentico"

  • Ultim'ora | Omicidio a San Severo, giallo in via Rodi: uccisa una donna

  • "Non l'ho uccisa perché voleva lasciarmi", ma Roberta non c'è più. La denuncia sui social: "Le amiche sapevano, nessuno l'ha ascoltata"

  • Ultim'ora | Shock in via Tiro a Segno, a Cerignola: auto investe sei adolescenti, due sono gravissimi

Torna su
FoggiaToday è in caricamento