Cronaca

"Ciò che è accaduto è intollerabile". Il prefetto sposta a San Severo il comitato per l'ordine pubblico: "Irresponsabili!"

All'incontro, che si svolgerà alle 11.00, parteciperanno il sindaco Francesco Miglio ed i vertici delle forze di polizia. Grassi: “La presenza dello Stato a San Severo vuole rappresentare un forte e deciso richiamo alla necessità del rispetto delle regole"

Il prefetto Raffaele Grassi

"Ciò che è accaduto a San Severo è intollerabile. Irresponsabili sono stati i comportamenti dei promotori e partecipanti alla manifestazione non autorizzata con accensione di ‘batterie’, in questo momento di grande sensibilità, dove, come noto, sono vietati gli assembramenti di ogni genere. Assolutamente inaccettabili i messaggi circolati via facebook all'indirizzo del primo cittadino di San Severo”.

Questa la ferma condanna del prefetto di Foggia, Raffaele Grassi, in merito a quanto accaduto a San Severo. La vicenda sarà domani al centro di una riunione del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica che si terrà in via straordinaria a San Severo. “La presenza dello Stato, domani, presso la casa comunale, vuole rappresentare un forte e deciso richiamo alla necessità del rispetto delle regole che presiedono all'ordinato svolgimento della vita della comunità e l'impegno delle istituzioni tutte in tale direzione”, continua Grassi.

“Sono certo che questo impegno sarà sostenuto da tutte le forze del territorio, nessuna esclusa, che intendono tracciare con le loro sistematiche azioni percorsi di legalità che rendono l'azione delle istituzioni più forte di coloro che vi si oppongono”. All'incontro, che si svolgerà alle 11.00, parteciperanno il sindaco Francesco Miglio ed i vertici delle forze di polizia. La riunione segue i comitati già realizzati nell'immediatezza dei fatti, e sarà occasione per fare l'ulteriore punto di situazione sulle vicende che hanno caratterizzato il centro sanseverese in questi giorni.

Vicende per le quali il prefetto ha già espresso una ferma condanna sia per gli assembramenti che si sono evidenziati in relazione ad una manifestazione non autorizzata e con divieto di detenzione, trasporto ed accensione di materiali pirotecnici e ancor di più per le frasi intmidatorie rivolte al sindaco Miglio che hanno determinato il prefetto ad adottare stringenti misure di tutela nei suoi confronti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ciò che è accaduto è intollerabile". Il prefetto sposta a San Severo il comitato per l'ordine pubblico: "Irresponsabili!"

FoggiaToday è in caricamento