70° anniversario dei bombardamenti, costituito il comitato di coordinamento

Lo scopo è quello di recuperare e promuovere il valore della memoria storica

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Si è insediato questa mattina presso Palazzo di Città il comitato di coordinamento per le manifestazioni relative al 70° anniversario dei bombardamenti del 1943. Alla presenza del sindaco Gianni Mongelli, del consigliere comunale incaricato per le attività culturali, Peppino D’Urso, e della dirigente alla Pubblica istruzione, Gloria Fazia, si sono incontrati i rappresentanti del mondo accademico e associativo che hanno risposto positivamente alla proposta dell’amministrazione comunale di formare un tavolo tecnico per coordinare le attività previste per il prossimo luglio.

Al comitato hanno aderito l’Università degli Studi di Foggia, la Fondazione Banca del Monte, il comitato per la realizzazione di un monumento in ricordo delle vittime dei bombardamenti, la rete associativa Le Radici e le Ali, l’Associazione Vittime Civili di Guerra, il Cut – Centro Universitario Teatrale e il Forum dei Giovani. “Abbiamo deciso di costituire questo comitato – ha spiegato il sindaco Mongelli aprendo l’incontro – perché crediamo che in occasione di questo particolare anniversario sia opportuno coordinare al meglio le attività al fine di evitare disarticolazioni. Foggia e i foggiani hanno sempre vissuto sentitamente questo appuntamento e il Comune è sempre stato attento nel dare il giusto valore alle celebrazioni di un evento che ha profondamente segnato la storia della nostra comunità. Il Comitato, quindi, avrà l’onere e l’onore di coordinare al meglio le attività che nelle prossime settimane saranno presentate e discusse”.

Scopo del comitato, inoltre, sarà quello di farsi promotore anche di iniziative indirizzate agli studenti foggiani. “Il valore della memoria storica – è l’idea di D’Urso, condivisa da tutti i presenti – deve necessariamente essere recuperato e trasmesso tra le giovani generazioni. Questo capitolo della storia della nostra città è stato per molto tempo sottovalutato e spesso le uniche informazioni in possesso dei ragazzi provenivano dai racconti dei nonni. Ora abbiamo l’occasione di superare il limite celebrativo per portare avanti una serie di attività finalizzate a sensibilizzare i giovani sia sull’importanza della memoria sia sul valore della pace”. Il prossimo appuntamento per il Comitato è fissato per il 13 marzo, quando verrà discusso un primo piano delle attività che saranno poste in essere nei prossimi mesi.

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento