Cronaca

Il commissariamento del Comune di Foggia ultimo atto del Prefetto Grassi

A mezzanotte le dimissioni del sindaco Franco Landella diventano efficaci e irrevocabili e, ai sensi dell’articolo 53 comma 3 del Testo Unico degli Enti Locali, si procede allo scioglimento del Consiglio, con contestuale nomina di un commissario

La nomina del commissario prefettizio per assicurare la provvisoria gestione del Comune di Foggia sarà l’ultimo atto del prefetto Raffaele Grassi, prima di lasciare la città domani 25 maggio. 

A mezzanotte le dimissioni del sindaco Franco Landella diventano efficaci e irrevocabili e, ai sensi dell’articolo 53 comma 3 del Testo Unico degli Enti Locali, si procede allo scioglimento del Consiglio, con contestuale nomina di un commissario. 

Si verificano, in questo caso, le condizioni previste dall’articolo 141 comma 2 del Tuel. 

Da prassi, il prefetto propone al ministero dell’Interno lo scioglimento del Consiglio comunale e dispone la sospensione dell’organo consiliare. Lo scioglimento è disposto con decreto del presidente della Repubblica, su proposta del ministero dell’Interno.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il commissariamento del Comune di Foggia ultimo atto del Prefetto Grassi

FoggiaToday è in caricamento