Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Cronaca Lucera

Trasportarono maxi carico di droga e armi nel Leccese: lucerino condannato a 5 anni

Ciro Fiore, arrestato nel luglio scorso con altri tre complici, ha patteggiato la pena davanti al gup Simona Panzera. Il carico sequestrato era destinato nelle province dell'Italia settentrionale

C’è anche un lucerino tra i quattro uomini arrestati nel luglio scorso, per aver speronato un’auto dei finanzieri mentre scortavano un maxi carico di armi e droga, a Martignano, nel Leccese. Si tratta di Ciro Fiore, 47enne di Lucera, che davanti al gup Simona Panzera ha patteggiato una pena pari a cinque anni, insieme a Giuseppe Morelli, 26enne di Polistena (Reggio Calabria) e agli albanesi Alex Perci e Xhezo Achir, rispettivamente di 20 e 25 anni, tutti coinvolti nel medesimo blitz.

L’arresto, lo ricordiamo, avvenne ai primi di luglio dello scorso anno. Secondo quanto accertato dagli inquirenti, i quattro stavano trasportando un carico record di armi e droga, probabilmente da poco sbarcato dalle coste albanesi. Furono fermati dai militari della guardia di finanza con quasi 900 chilogrammi di marijuana, suddivisa in 55 sacchi, cinque mitragliatori kalashnikov con caricatori, una mitraglietta Uzi con silenziatore e due pistole con silenziatore, oltre a 400 munizioni.

In particolare, i quattro furono incastrati dopo un’indagine avviata dal Nucleo di polizia tributaria di Varese che agì nel Salento con la collaborazione dei colleghi di Otranto e Lecce. Il carico era presumibilmente destinato nelle province dell’Italia settentrionale, in particolare Lombardia e Piemonte. Dopo aver raccolto le informazioni sufficienti per avviare l’operazione, i finanzieri approntarono un paziente dispositivo di controllo. All’alba del 5 luglio, i trafficanti furono intercettati mentre accedevano a una zona boschiva nei pressi di un agriturismo in località Porto Badisco. Dopo un’ora il convoglio si rimise in moto e a quel punto scattò un inseguimento spericolato.

All’altezza di Martignano i finanzieri intimarono l’alt, ricevendo per tutta risposta diversi tentativi di speronamento da parte delle auto destinate alla scorta del carico. Ma i mezzi della finanza ressero l’impatto e costrinsero furgone e due delle auto al seguito ad arrestare la folle corsa. Durante i successivi sopralluoghi nelle zone in cui presupponeva fossero state sbarcate le armi e la droga, furono ritrovati altri tre quintali di sostanza stupefacente.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trasportarono maxi carico di droga e armi nel Leccese: lucerino condannato a 5 anni

FoggiaToday è in caricamento