Abbattono cinghiale, ma vengono intercettati da Forestale e Carabinieri: denunciati

Gli uomini del Comando Stazione Forestale di Umbra e dei carabinieri di Vico hanno sequestrato due fucili e il cinghiale abbattuto. Quattro persone denunciate per attività venatoria illecita e porto abusivo d’armi

Cinghiale

Quattro persone di Vico del Gargano sono state fermate e denunciate per attività venatoria illecita e porto abusivo di arma, grazie all’attività congiunta effettuata dal personale dell’arma dei Carabinieri e del Corpo Forestale dello Stato, che ha permesso - dopo varie fasi - di intercettare un autoveicolo con a bordo quattro persone che stavano rientrando dopo aver esercitato l’attività venatoria illecita in un periodo di divieto generale, con l’aggravante di aver abbattuto un cinghiale.

L’attività di controllo del territorio era iniziata nelle prime del mattino, ma soltanto verso le 23 si è riusciti ad individuare i quattro individui, che sono stati denunciati a piede libero all’Autorità Giudiziaria. Gli uomini del Comando Stazione Forestale di Umbra e della locale compagnia dei carabinieri di Vico, hanno sequestrato due fucili da caccia e appunto il cinghiale. Resta ancora da valutare se l’attività di caccia sia stata effettuata nell’area del Parco Nazionale del Gargano.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

  • Ingerisce droga, neonata in coma a Foggia: "Monitoriamo parametri vitali, situazione stazionaria"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento