Einaudi, “una scuola a metà”. In via Napoli scatta ‘Ci rifiutiamo”, fai da te degli studenti

L’iniziativa ‘Ci rifiutiamo, aiutati che…” si svolgerà mercoledì 8 ottobre, a partire dalle 8,30 presso l'istituto di Istruzione secondaria Superiore ‘Einaudi’ in via Napoli, ex Rosati

Einaudi-Grieco

Iniziativa di volontariato degli studenti per il recupero della struttura appena acquisita in via Napoli. I ragazzi di tutti gli indirizzi dell'istituto, per una scuola più bella, parteciperanno ad una grande operazione di pulizia e riqualificazione per ribadire la necessità di vivere e studiare in un contesto accurato e accogliente.

Una mattinata davvero speciale che vedrà gli studenti uniti per “riconquistare” e prendersi cura della scuola, ripulendo i cortili e gli spazi interni della stessa, affinché sentano “propria” la scuola in cui vivono, la rispettino e se ne prendano “cura”, anche attraverso un piccolo gesto fatto tutti insieme che, se prolungato nel tempo, potrà produrre un reale cambiamento.

“Vuole essere anche una grande giornata di festa, partecipazione e riflessione. Ogni studente, nel suo piccolo, può e deve diventare custode di una scuola che va tutelata e valorizzata attraverso azioni concrete per dire basta al degrado e all'incuria delle istituzioni e nello stesso tempo diffondere una nuova consapevolezza di impegno civico e responsabilità” afferma il dirigente Leonardo Antonio Soldo

L’iniziativa servirà a richiamare l'attenzione delle istituzione che pur avendo, con del. n. 99 del 09/04/2014 e n. 182 del 08/7/2014, stabilito il trasferimento dell'Istituto Alberghiero "Einaudi" dalla sede di Torre di Lama (14 Km da Foggia) alla sede di via Napoli (ex Rosati), non ha effettuato a tutt'oggi  i lavori di adeguamento della struttura alle esigenze di un istituto costituito dagli indirizzi alberghiero, commerciale, socio-sanitario e di grafica e comunicazione.

Nella sede storica di piazza Goppingen, gli studenti sono costretti ad effettuare i doppi turni, con ripercussioni sul lavoro dei docenti, con orario distribuito sull’intera giornata, sugli alunni, tra cui molti pendolari peraltro minorenni, costretti a viaggiare in orario serale con mezzi che non sempre garantiscono il rientro dopo una certa ora, e per i genitori investiti di tale disagio.

"Il tutto a causa della lentezza, della superficialità e forse anche dell'incuria con cui vengono effettuati i lavori di cablaggio dell'Istituto di via Napoli, immobile abbandonato a se stesso da svariati anni, che è requisito essenziale per poter consentire lo spostamento degli uffici di segreteria che sono così a tutt’oggi presenti presso la sede storica dell’Einaudi di Piazza Goppingen.

Nella sede di via Napoli sono necessari i lavori per bonificare le condizioni di degrado impiantistico, igienico sanitario e funzionale di alcuni locali, aggravatesi per effetto di svariate infiltrazioni di acqua riscontrate soprattutto in corrispondenza dei giunti tecnici tra i vari corpi di fabbrica costituenti il complesso scolastico e provenienti dal lastrico solare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ci sono ancora problemi con la linea telefonica da poco installata che funziona a giorni alterni e mancano i laboratori di cucina e pasticceria, essenziali ed imprescindibili per l'indirizzo di studio. Siamo anche in attesa del cablaggio didattico dell'istituto per permettere l'utilizzo delle LIM nelle aule, dei laboratori di informatica, di matematica, di lingue e di grafica. Siamo al mese di ottobre e la scuola può fornire solo l'offerta formativa di base manca ancora quella di tipo professionale, insomma una scuola a metà e figlia di un "dio minore""

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Smantellata organizzazione mafiosa: 48 arresti nel blitz 'Gran Carro', misure cautelari anche in provincia di Foggia

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

  • Coronavirus, altri 13 morti in Puglia: i nuovi contagi sono 772

  • Attimi di terrore sulla A16: conflitto a fuoco tra polizia e ladri all'altezza di Candela

  • Coronavirus, l'infezione circola in 53 comuni foggiani: salgono a otto le 'zone rosse'. Covid-free nove comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento