Severino: “Il Tribunale di Lucera non serve, dista soli 20 km da Foggia”

Lucera ha "645 sopravvenienze giudiziarie per anno" molto al di sotto di altre strutture giudiziarie. Sisto: "Lucera combatte la mafia garganica, i suoi numeri sono diversi da quelli del Ministero della Giustizia"

Triubunale di Lucera

Sottolineando che nella revisione delle circoscrizioni giudiziarie, "le pressioni politiche non sono state da stimolo al provvedimento", Severino ha preso in esame, sollecitata dalle domande dei parlamentari, le decisioni prese per diverse strutture, compresa quella di Lucera che è stato soppressa.

"Il tribunale di Lucera dista meno di 20 chilometri da quello di Foggia: perché dovrebbe combattere la criminalità organizzata meglio di quello di Foggia?", ha rilevato Severino, in merito alle critiche mosse sulla soppressione del tribunale pugliese, ricordano che Lucera ha "645 sopravvenienze giudiziarie per anno" molto al di sotto di altre strutture giudiziarie.

L'INTERVISTA AD AGNUSDEI

"L'unico parametro era quello della ragguardevole estensione territoriale, ma da solo non può valere: nessun tribunale distante meno di 20 km da quello accorpante è stato mantenuto".

Messa alle strette sul rispetto dei criteri che si è data per stabilire i Tribunali da sopprimere, il ministro Severino, ascoltata in commissione Giustizia alla Camera, non ha potuto fare altro che contraddirsi e, con autoreferenzialità, ribadire l'indisponibilità, a parte i convenevoli, a qualsiasi correzione.

LA PROTESTA DEI SINDACI A ROMA

La presenza del dott. Birritteri, vero motore del provvedimento, non è riuscita ad attutire l'impatto di una caduta che è apparsa verticale".

Lo afferma in una nota l'on. Francesco Paolo Sisto del Pdl e componente della commissione giustizia. "Si è andati - dice Sisto - dal dribbling continuato per adeguare i criteri alle scelte, modificandoli un po' qui un po' lì, alla domanda esistenziale su chi avesse fatto costruire Tribunali “inutili”, per giungere alla individuazione di numeri nuovi (come per Lucera), diversi da quelli leggibili sul sito del Ministero della Giustizia, fino alla pesante critica all'impegno dei giudici delle sezioni distaccate che 'non possono amministrare la Giustizia con sufficienza'".

"E sulla mafia garganica, che Lucera combatte (dati alla mano), imbarazzante silenzio, ipotizzando - sottolinea Sisto - 'difficoltà di coordinamento investigativo, ignorando i fatti di sangue, il sacrificio degli inquirenti, la necessità di un presidio, oggi cancellato. E' indispensabile che la politica riprenda le forze e, consapevole di essere stata ingiustificatamente travolta, dica la sua, perché il Governo dei tecnici non diventi Governo degli Onnipotenti, in barba alla volontà del Parlamento, alle regole della democrazia, alle esigenze dei territori".
 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Genitori furiosi con Emiliano, che li invita a non mandare i figli a scuola : "La Puglia non è una regione per bambini"

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento