Tribunale di Lucera, Cassano:"La Puglia dica no alla sua chiusura"

Il consigliere regionale si oppone alla soppressione del Tribunale:"E' evidente che il Governo Nazionale, non abbia compreso appieno le peculiarità della provincia di Foggia"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

Anche il consigliere regionale e vice capogruppo del Pdl in Regione, Massimo Cassano esprime il proprio parere negativo nei confronti della chiusura del Tribunale di Lucera"Solidarietà ai sindaci, ai magistrati, agli avvocati e al personale impiegatizio e appello a tutte le forze politiche della Puglia per dire no alla

chiusura del Tribunale di Lucera. Una decisione, quella del governo Monti di includere il Tribunale in questione fra i 31 non provinciali da sopprimere, che provoca un forte senso di stupore e amarezza.

Il tutto a dispetto del parere, purtroppo non vincolante, delle commissioni parlamentari Giustizia di Camera e Senato, che avevano sottolineato come quel Palazzo di Giustizia fosse ritenuto fondamentale per la lotta incisiva ad una criminalità sempre più organizzata, violenta, aggressiva. E' evidente che il Governo nazionale – anche per il silenzio sulla questione da parte di quello locale - non abbia compreso appieno le peculiarità della provincia di Foggia e le ripercussioni negative che tale decisione potrà avere sui Tribunali di Trani e Bari, dove la mole di lavoro rischia di raddoppiare. Da qui l'appello alle nostre forze parlamentari, ma anche alla giunta Vendola, ai cittadini, ai sindaci di tutta la regione, per una battaglia in nome e per conto del rafforzamento della legalità sul territorio".

Torna su
FoggiaToday è in caricamento