menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Polizia Postale, la sede di Foggia verso la chiusura. Landella ad Alfano: “Scongiurala”

A rischio chiusura la sede di viale XXIV Maggio. Il sindaco di Foggia: “Il Ministro dell’Interno scongiuri la perdita di un importante presidio di legalità”

Landella raccoglie la denuncia lanciata dal Sindacato Autonomo di Polizia sulla chiusura della sede della Polizia Postale di viale XXIV Maggio. “La paventata chiusura della sede di Foggia della Polizia Postale rappresenterebbe per la nostra città un grave depauperamento in termini di competenze e professionalità, oltre che un passo indietro rispetto alla necessità di potenziare, anche in termini di risorse umane, l’attenzione del Governo nazionale sulla vertenza sicurezza del territorio. Sposo e faccio mie le considerazioni espresse dal SAP circa i rischi che questa chiusura comporterebbe, soprattutto per ciò che riguarda la lotta ai reati telematici, ormai in sempre maggiore aumento e che in una quota significativamente consistente riguardano minori. Proprio recentemente la Commissione Parlamentare Antimafia ha certificato l’alto livello di emergenza della città di Foggia e della Capitanata sul versante della sicurezza. Il che rende ancor più incomprensibile e sbagliata la decisione che starebbe per essere assunta.

Il primo cittadino prosegue: L’appello che rivolgo al Ministro dell’Interno, Angelino Alfano, è quello di scongiurare questa chiusura, adoperandosi affinché Foggia non sia privata immotivatamente di un presidio importante come quello di viale XXIV Maggio. Contestualmente colgo l’occasione per rinnovare al Viminale la richiesta di un’attenzione maggiore nei confronti del diritto alla sicurezza dei cittadini di Foggia, ringraziando il Questore di Foggia, Piernicola Silvis, e tutte le Forze dell’Ordine per il lavoro difficile e complesso che ogni giorno svolgono nell’interesse della nostra comunità. Nel passato, purtroppo, Foggia è stata già privata di altri presidi di legalità: dal Distretto Militare alla Scuola di Polizia. Da questo punto di vista c’è bisogno di invertire la tendenza e non di proseguire in quella direzione. Auspico dunque che il Ministro dell’Interno avverta l’urgenza di garantire la permanenza a Foggia della sede della Polizia Postale, anche come segnale di accoglimento delle istanze che da tempo la città e la Capitanata avanzano con riferimento all’emergenza sicurezza.

E conclude: “Provvederò nelle prossime ore ad inoltrare una formale missiva al Ministero, così da conferire ufficialità a questa richiesta che, sono certo, anche i nostri parlamentari vorranno condividere, mettendo in campo tutte le iniziative utili a raggiungere l’obiettivo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La storia di Giuseppe Sciarra, regista foggiano vittima di bullismo omofobico quando era bambino: "Per i miei coetanei me lo meritavo"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento