Cronaca

Scuola, ‘fioccano’ ordinanze di chiusura: sui Monti Dauni ci pensa la dama bianca a sospendere le lezioni

In quattro comuni della provincia di Foggia era già arrivato lo stop al ritorno in aula in presenza per il Covid. Oggi, con la prima neve, si fermano le attività nei centri imbiancati

Sui Monti Dauni è arrivata la prima neve dell’anno. Scuole chiuse oggi, 10 gennaio, e fino a nuovo provvedimento ad Alberona che si è svegliata imbiancata. Fioccava abbondantemente già nella notte regalando al borgo un’atmosfera magica, seppure con gli inevitabili disagi. Considerata la situazione meteo, e una bella coltre bianca, il sindaco Leonardo De Matthaeis, d’intesa con la dirigente scolastica, ha ritenuto opportuno sospendere le lezioni.

Solo ieri, aveva avvisato la comunità che l’attività scolastica sarebbe ripresa regolarmente, dopo uno studio dei provvedimenti del ministero e dell’ordinanza della Regione Puglia. Si tornava in presenza, attivando anche la mensa, che altri sindaci avevano scelto di evitare. Ma se il Covid non ha fermato la scuola in presenza, ci ha pensato la dama bianca.

VIDEO | La neve imbianca i Monti Dauni: 'candido' risveglio ad Alberona e Roseto Valfortore

Ha disposto la chiusura di tutte le scuole di ogni ordine e grado, compreso il micro nido Girotondo, anche il sindaco di Deliceto, Pasquale Bizzarro, vista la neve caduta nelle ultime ore, le precipitazioni ancora in atto e l’impossibilità per lo scuolabus di partire in sicurezza. Poco prima delle sette, il sindaco ha fatto sapere, comunque, che le strade provinciali sono libere e gli autobus di linea viaggiano regolarmente.

Visto l’avviso di condizioni meteorologiche avverse trasmesso dalla Prefettura di Foggia, il sindaco di Panni Amedeo De Cotiis aveva già firmato un’apposita ordinanza ieri per disporre, in via precauzionale, la chiusura di tutte le scuole per la giornata di oggi, “al fine di tutelare l’incolumità fisica di tutti gli utenti scolastici”. La neve annunciata dal bollettino si è presentata puntualmente.

Il sindaco di Monteleone di Puglia, Giovanni Campese, ha comunicato la chiusura di tutte le scuole ed è scattata l’ordinanza anche ad Accadia e Anzano di Puglia: non riapre dopo le feste, almeno per oggi, l’Istituto Comprensivo Martin Luther King.

Quattro sindaci della provincia di Foggia avevano già provveduto a sospendere le attività didattiche in presenza, ma le condizioni meteorologiche non c’entrano. La risalita dei contagi ha spinto il sindaco di Zapponeta a chiudere le scuole fino a mercoledì 12 gennaio, quando sarà eseguito uno screening gratuito a tappeto su tutta la popolazione scolastica.

Il sindaco di Rodi Garganico, Carmine D’Anelli, ha disposto la sanificazione di tutte le scuole, chiuse fino a sabato. A Orsara di Puglia, l’ordinanza firmata tre giorni prima della ripresa dal sindaco Tommaso Lecce, prevede che tutte le attività, comprese quelle del micro nido, siano sospese fino al 15 gennaio. Considerata la coltre di neve di oggi, con tutta probabilità oggi gli istituti non avrebbero comunque riaperto.

Il sindaco di Stornara, Rocco Calamita, ha sospeso le attività didattiche in presenza fino a data da destinarsi e le lezioni proseguiranno con la didattica a distanza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scuola, ‘fioccano’ ordinanze di chiusura: sui Monti Dauni ci pensa la dama bianca a sospendere le lezioni
FoggiaToday è in caricamento