menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Chiusura pronto soccorso 'Lastaria', il Tar Puglia dà ragione al 'Riuniti': "Provvedimento giustificato"

Secondo i giudici della seconda sezione, il provvedimento adottato dal Riuniti circa la sospensione temporanea del Pronto Soccorso del Lastaria di Lucera è necessitato dalla esigenza di rendere la struttura adeguata ad affrontare in sicurezza, per operatori sanitari e utenti, la particolare situazione pandemica

Il Tribunale Amministrativo Regionale per la Puglia, si è pronunciato in data 11 febbraio 2021, respingendo l’istanza cautelare contro la disposizione del Policlinico Riuniti di Foggia in ordine alla chiusura temporanea e provvisoria del Pronto Soccorso del presidio ospedaliero “Lastaria” di Lucera.  Il Policlinico Riuniti di Foggia è stato difeso e rappresentato dall’Avv. Simonetta Mastropieri, Direttore della Struttura Burocratico Legale del Policlinico Riuniti.

I giudici della Seconda Sezione del Tar Puglia si sono così espressi: “Considerato che… il provvedimento adottato, di carattere temporaneo, reca idonea motivazione in rapporto allo scopo perseguito, essendo necessitato dalla difficoltà intrinseca della struttura di fronteggiare in sicurezza, per operatori sanitari e utenti, la gestione dell’epidemia da Covid-19. Considerato che le dedotte difficoltà operative della predetta struttura sono comprovate dal riscontro di numerosi casi di positività da Covid-19 registratisi in un breve lasso di tempo, come documentato agli atti del procedimento e del processo. Ritenuto, pertanto, che, in attesa di adottare altri più efficaci interventi, la disposta chiusura transitoria è giustificata anche in rapporto alla scarsa affluenza di pazienti e alla presenza in loco comunque sia di una <postazione 118 medicalizzata> sia del <servizio di continuità assistenziale>”

Il Giudice amministrativo, dice il legale dell’Azienza Avvocato Mastropieri, ha dato atto della strategia sanitaria tesa al contenimento della seconda ondata pandemica, mantenendo in sicurezza il sistema.

È stata, dunque, legittima e ragionevole la motivazione del Policlinico Riuniti di sospendere temporaneamente il servizio del Pronto Soccorso del Lastaria di Lucera, dettata esclusivamente dall’esigenza di rendere la struttura adeguata ad affrontare in totale sicurezza la particolare situazione pandemica, creatasi con l’insorgenza della seconda ondata Covid nella seconda metà di ottobre 2020, che aveva incrinato l’equilibrio strutturale e di dotazione organica che aveva assicurato l’efficienza assistenziale del Pronto Soccorso nella prima ondata di contagio, in un presidio concepito per intercettare ma non trattare i casi Covid.

La Direzione del Policlinico Riuniti ribadisce la temporaneità e la provvisorietà della chiusura del Pronto Soccorso del Lastaria di Lucera. Sono stati adottati specifici provvedimenti urgenti sia per acquisizione di personale e per la messa in sicurezza dei locali della struttura, mediante la realizzazione di idonei percorsi “pulito-sporco” e la fornitura di attrezzature sanitarie. Inoltre, presso il plesso Lastaria è stata organizzata una “Area Grigia” per una corretta gestione dei casi sospetti CoViD.

“La Direzione Strategica del Policlinico Riuniti – si legge ancora nella nota – non ha mai fatto mancare la sua particolare attenzione al presidio ospedaliero Lastaria di Lucera, assegnandogli un ruolo determinante nella gestione dei pazienti che ad esso afferiscono e realizzando un potenziamento tecnologico, organizzativo e strutturale. Il Lastaria è un presidio con specifica collazione aziendale nella gestione dei pazienti anziani, fragili, da riabilitare, ma che ha avuto, nell’anno di gestione del Policlinico Riuniti, un notevole sviluppo per le attività chirurgiche a basso setting assistenziale (day service, day surgery, one day surgery). Tutto questo ha implementato le figure specialistiche presenti (anestesisti rianimatori, cardiologi, chirurghi, ortopedici, ginecologi, urologici, radiologi, laboratoristi) e le attrezzature presenti. Tale potenziamento ha certamente migliorato l’offerta sanitaria relativa alla gestione dell’urgenza. Si è vicini al perfezionamento dell’assetto finale previsto con l’avvio delle procedure per la riapertura in totale sicurezza del Pronto Soccorso, con la realizzazione di idonei percorsi e l’assegnazione di specifico personale, sempre in coerenza con il dato epidemiologico”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento