menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gallerie chiuse e strade alternative pericolose: disagi sul Gargano. "Anas apra almeno una corsia per le ambulanze"

La denuncia del consigliere regionale e segretario provinciale della Lega, Joseph Splendido e Daniele Cusmai. I lavori delle due gallerie sulla Statale 693 sarebbero dovuti terminare il 22 dicembre 2020

"Sono ormai tre mesi che le gallerie della superstrada fra Vico e Ischitella sono chiuse per l’adeguamento degli impianti di illuminazione, ma dopo l’apertura prevista per il 22 dicembre, durata pochissimi giorni, durante i quali le automobili transitavano al buio all’interno delle gallerie, nuovamente sono state chiuse e i disagi per i cittadini continuano". E' quanto denunciano i leghisti Joseph Splendido e Daniele Cusmai.

Il riferimento è ai lavori di manutenzione straordinaria dell’impianto di illuminazione all'interno delle gallerie 'Monte Nicola e Pizzinicchia I e II', lungo la strada statale 693 'Di Lesina e Varano' tra Ischitella (km 56,600) e Vico del Gargano (Km 60,400), cominciati venerdì 30 ottobre.

Gli interventi hanno riguardato il ripristino funzionale e l'adeguamento degli impianti, l' installazione di un nuovo sistema di illuminazione e la sostituzione dei vecchi corpi illuminanti con tecnologia Led e sistemi di regolazione del flusso luminoso delle lampade.    

L’intervento permetterà di migliorare gli standard di sicurezza e percorribilità della galleria, oltre che di garantire un notevole risparmio nei costi dell'energia.    

Il 29 ottobre, alla vigilia dei lavori, Anas aveva comunicato la chiusura delle gallerie, dal km 56,600 al km 60,400, i percorsi alternativi della statale 89 e delle strade provinciali 51 e 51b e i tempi di intervento. "Il cantiere rimarrà attivo tutti i giorni, compresi i festivi, fino a martedì 22 dicembre 2020".

I lavori, stando a quanto riferiscono il consigliere regionale e il segretario provinciale della Lega, non sarebbero terminati: "Ci giungono segnalazioni quotidiane di malessere e voglia di capire da Anas cosa stia accadendo, perché si è costretti in alternativa a percorrere strade interne anche molto pericolose come quella che va da Vico ad Ischitella. Inoltre grande disagio vivono i mezzi di soccorso, costretti a subire l’allungamento dei tempi di percorrenza e mettendo così a rischio la vita di chi dovrebbe giungere all’ospedale più vicino. Per queste motivazioni chiediamo l’apertura, fino alla piena disponibilità, di almeno una corsia per le emergenze"

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Foggia usa la nostra Partner App gratuita !

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento