"Gravi inconvenienti igienico-sanitari": chiuso il reparto 'Pescheria' di un supermercato

A seguito di un esposto, infatti, l'Asl ha effettuato un sopralluogo evidenziando la "sussistenza di gravi inconvenienti igienico-sanitari che sono di pregiudizio per la salute pubblica"

IMMAGINE DI REPERTORIO

Inconvenienti igienico-sanitari, chiuso il 'Reparto Pescheria' di un supermercato a Foggia. A seguito di un esposto, infatti, l'Azienda Sanitaria Locale ha effettuato un sopralluogo presso la sede dell'attività e ha evidenziato la "sussistenza di gravi inconvenienti igienico-sanitari che sono di pregiudizio per la salute pubblica presso il reparto della pescheria".

"In particolare, i sanitari ispezionanti hanno accertato e rilevato che i locali adibiti ad autorimessa, siti al piano interrato, sono interessati, nell’area sottostante, da infiltrazioni di liquami causando esalazioni nauseabonde ed impregnando pareti e parte del soffitto. Tale inconveniente è in corrispondenza di una condotta di scarico, presumibilmente danneggiata che, a detta del legale rappresentante dell’autorimessa, è a servizio del reparto pescheria del supermercato".

Inoltre, è stato rilevato che "i pavimento sottostante il banco di vendita, evidentemente, non aveva una pendenza regolare vista la presenza di acque stagnanti; le griglie di raccolta acque erano sconnesse e fatiscenti; le pareti ed i pavimenti del muro perimetrale, prospiciente il civico della via, presentavano diverse soluzioni di continuità causando dispersione dei liquami".

"Tale situazione - si legge - è di pregiudizio per la salute degli avventori dell’autorimessa nonché potrebbe intaccare i requisiti di salubrità dei locali tutti". Pertanto, il sindaco "ordina al legale rappresentante del supermercato" di provvedere alla chiusura 'ad horas' del Reparto Pescheria dove si è riscontrato l’esercizio di attività commerciale senza le dovute accortezze di igiene e sanità pubblica, fino al ripristino delle condizioni igienico-sanitarie e strutturali, debitamente comprovate dall’Azienda Asl di Foggia, già intervenuta per l’esposto citato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento