menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un anno fa, l'inaugurazione del CAV 'Titina Cioffi'

Un anno fa, l'inaugurazione del CAV 'Titina Cioffi'

Dodici mesi di attività, altrettante donne vittime di violenza aiutate: il bilancio di un anno di CAV "Titina Cioffi"

Rino Pezzano: "Le donne, avvicinandosi al nostro Centro, vengono accolte da una rete dedicata e competente (Consultori, Servizi Sociali, Pronto Soccorso), che le accompagna nella ricerca di una soluzione a problemi spesso drammatici"

Dodici accessi in un anno, dodici donne che hanno chiesto aiuto. Distribuite tra tutte le fasce d'età. Sono i primi risultati del Centro Antiviolenza dell’Ambito di Cerignola "Titina Cioffi", a riprova di quanto il servizio - nato solo nel settembre scorso -, prima realtà provinciale interamente gestita dalla Cooperativa Promozione Sociale e Solidarietà di Trani, fosse necessario.

Una rete dedicata e competente

Ne è convinto il Presidente dell’Ambito di Cerignola, Rino Pezzano, "soprattutto laddove - commenta - esistono ancora molti timori e ritrosie a rivolgersi alle Forze dell'Ordine. Le donne, avvicinandosi al nostro Centro, vengono accolte da una rete dedicata e competente (Consultori, Servizi Sociali, Pronto Soccorso), che le accompagna nella ricerca di una soluzione a problemi spesso drammatici". Importante da questo punto di vista l'attività di formazione delle operatrici. A partire dal 20 settembre 2016, data dell’inaugurazione della sede istituzionale del Cav in via  XX settembre a Cerignola, il Centro ha coinvolto un numero via via crescente di volontarie del territorio, inserite in uno specifico corso di preparazione, attualmente a metà del suo percorso.

Il lavoro sulla prevenzione nelle scuole

Per ciò che concerne la sensibilizzazione, invece, obiettivo del programma antiviolenza è lavorare sulla prevenzione coinvolgendo le Istituzioni scolastiche onde consentire un intervento di educazione alla tolleranza, al rispetto e alla parità. Al riguardo, si è attivato un tavolo ad hoc di programmazione per l’anno scolastico 2017/2018. Di rilievo, poi, la collaborazione avviata con la Scuola di Gelato 2.0 di Luigi Perrucci, finalizzata al reinserimento lavorativo  e alla autodeterminazione delle donne, sole o con figli. "Le attività del Cav non si fermeranno - preannuncia Pezzano -, ed è volontà dell’Ambito che rappresento continuare a garantire il proseguimento e l'ampliamento delle attività”.

Il primo bilancio e le azioni future

La candidatura in Regione Puglia per il secondo programma antiviolenza lavora in questa direzione; ove accolta, infatti, che, consentirà attività aggiuntive a quelle ordinarie per ulteriori 18 mesi, grazie al co-finanziamento Ambito-Regione Puglia.  Nel frattempo, l'appuntamento per tracciare un bilancio del primo anno di vita del CAV è per giovedì 20 settembre, alle 18,00 presso l’ex-Ospedale “Tommaso Russo”. Sarà l'occasione per illustrare le attività sin qui svolte arricchite da momenti ludici grazie alla collaborazione di Scuola di Gelato 2.0 e dell’Accademia di danza e spettacolo “Scarpette Rosa”.

bozza (1)-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento