Svaligiavano depositi merce e rapinavano autotrasportatori: dieci arresti a Cerignola

L'esito dell'Operazione Prometeo che ha permesso di fare luce su numerosi episodi avvenuti tra Cerignola e Canosa e presso aziende del centro e nord Italia. Il titolare di un deposito svaligiato: "Pronto ad assumerli se cambiano vita"

È stata battezzata “Operazione Prometeo” ed è di fatto una costola della più ampia “Operazione Demetra” che ha visto il personale del Servizio Centrale Operativo, insieme a quello della squadra mobile di Foggia e del commissariato di Cerignola lavorare nel centro ofantino per dare vita ad un vero e proprio “Metodo Cerignola”, un approccio operativo di tipo dinamico e modulare per contrastare la criminalità del territorio.

Un metodo promosso da numeri e riscontri, presto applicato in altre zone d’Italia, che si arricchisce di altri dieci arresti con il focus odierno, con l’esecuzione di una misura cautelare emessa dal gip del Tribunale di Foggia nei confronti dei membri di due distinti gruppi criminali specializzati in delitti contro il patrimonio.

Più precisamente, si tratta di un gruppo dedito a rapine commesse con l’utilizzo di armi da fuoco (pistole e fucili) ai danni di automobilisti e autotrasportatori e di una vera e propria associazione a delinquere gerarchicamente definita e finalizzata a compiere furti di rilevanti quantitativi di merci di natura alimentare, custoditi in depositi di stoccaggio presenti sul territorio nazionale.

IL VIDEO DEL BLITZ

Le indagini messe in campo dalla polizia hanno permesso di ricostruire la dinamica di tre furti consumati (elettrodomestici, fitofarmaci e gasolio agricolo) e di cinque tentati furti (di generi alimentari, fitofarmaci e pneumatici) e di raccogliere elementi accusatori a carico di tre indagati per tre rapine commesse a Carapelle (un’autovettura Audi A8 il 12 marzo 2013), a Canosa di Puglia ai danni di un autotrasportatore, nel febbraio del 2013, e a Cerignola (358 pneumatici trafugati il 3 maggio scorso). Le ultime due rapine messe a segno con sequestro di persona.

La misura cautelare in carcere riguarda Alessandro Cirulli detto “strpidd”, 27 anni, Vincenzo Carosiello di 30 e Cataldo Cirulli di 43 anni, tutti di Cerignola, per le rapine ai danni di automobilisti e autotrasportatori. Colpiti dal provvedimento anche Domenico Monterisi, Michele Seccia, Raffaele Iannarelli, Angelo Girardi, donato Sciusco Matteo Seccia e Gaetano Bruno per quanto riguarda i furti nei depositi di stoccaggio. Altre due persone, compreso il basista di questo secondo gruppo sono al momento attivamente ricercate.

Si tratta di gruppi esperti e organizzati, in grado di svuotare, in una sola notte, un intero deposito di merce. Un lavoro pulito e a staffetta che ha stupito anche il titolare di uno dei depositi svaligiati che - stupito del lavoro svolto – si è proposto di assumere il gruppo di rapinatori nel momento in cui decideranno di cambiare vita.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 12 nuovi positivi nel Foggiano e tre focolai (circoscritti). In Puglia 20 contagiati e nessun morto

  • Ultima ora: catturato il super ricercato Cristoforo Aghilar

  • "Ho ancora i brividi". Terrore sulla superstrada del Gargano, auto semina il panico e si schianta: "Salvi per miracolo"

  • Omicidio a Cerignola: almeno 11 colpi d'arma da fuoco, così è stato ucciso Cataldo Cirulli detto 'Dino Str'ppen'

  • Coronavirus, sette casi in Puglia: quattro nuovi contagiati nel Foggiano

  • Terribile incidente stradale a Cerignola: 21enne muore sul colpo, 'miracolati' altri due giovani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento