Cronaca

L'imprenditoria foggiana piange la scomparsa di Sandro Amoruso: stroncato dal Covid il titolare dello storico mulino di Cerignola

Amoruso se n'è andato dopo una lunga battaglia con il Covid, cominciata a metà del mese di novembre. Il cordoglio del nipote Nicola, ex calciatore della Juventus: "La nostra famiglia perde una persona speciale"

Il mondo dell'imprenditoria di Capitanata piange la scomparsa di Sandro Amoruso, titolare della Molini Amoruso, azienda produttrice di farine di grano tenero fondata nel 1958 dai fratelli Leonardo, Nicola e Vincenzo Amoruso, papà di Sandro. 

Amoruso se n'è andato dopo una lunga battaglia con il Covid, cominciata a metà del mese di novembre. "Sandrino, tutti ti chiamavano così. Sei stato un papà esemplare, ci hai insegnato i veri valori della vita. Amavi mamma alla follia. Ti sei preso delle responsabilità. Hai amato e cresciuto 3 figli e 2 nipoti che non ti hanno mai deluso. Avevi tanti amici e tante persone che ti amavano, stimavano e apprezzavano. Molti ti vedevano sempre in giro per lavoro e in tanti cercavano il tuo saluto. Per tutti eri un Gentleman, sei stato per noi un vero uomo. Vederti sorridere era raro, ma quanto sorridevi papà riempivi i nostri cuori e diventavi l’uomo più bello della terra. Abbiamo pregato fino all’ultimo, patito la sofferenza del Covid con te io e Marco, a noi è andata diciamo bene. Purtroppo la rabbia è tanta (tu papà non immagini quanta), non possiamo prendercela con nessuno. Lasci in noi tutti un vuoto incolmabile. Dio non ha ascoltato le nostre preghiere, Lui solo sa quanti cari amici e parenti hanno pregato per te. Ti ho sempre amato papà, spero nella vita di diventare uomo come te. Tutti, Mamma, Marco, Valerio, Davide e Flavio ti amano. La rabbia è averti visto uscire dalla porta di casa con gli infermieri sulle tue gambe, un rapido saluto, niente abbracci, perché questa soddisfazione di andare via in barella al Covid non gliel’hai voluta dare! 
Le videochiamate e la tua promessa: "È dura, ce la sto mettendo tutta, quando esco buttiamo tutta questa roba....e gli occhiali, mi dispiace per gli occhiali". Ed io: "Non ti preoccupare papà, ne compreremo dei nuovi". 
È stata l’ultima volta che ti abbiamo visto. Abbiamo pregato notte e giorno. So che Dio, ti ha lì con te perché sei stato un brav'uomo. Arrivederci papà, mancherai a tutti noi", il toccante messaggio del figlio Vincenzo.

"È lui, il mio amico-fratellone. Sandro Amoruso, prima conoscente, poi amico e poi Fratellone... per sempre", il commento dell'odontoiatra ed ex assessore al comune di Cerignola Michele Romano. 

A piangerne la scomparsa anche Nicola Amoruso, ex calciatore della Juventus e della Reggina, nipote di Sandro: "È un giorno molto triste, la nostra famiglia perde dopo tanta sofferenza e speranza una persona, un uomo speciale. Un uomo che ha dedicato la sua vita alla famiglia e al lavoro .Sei stato un esempio per tutti ,in particolare per i miei cugini Vincenzo e Marco e Valerio, sei tu il loro eroe. Non sarà più la stessa cosa arrivare in azienda e vedere il tuo posto vuoto , sapere che non sei più lì. Sei stato colonna portante del molino Amoruso, era bello e a volte anche divertente vedervi lì con il broncio tipico degli Amoruso, poche parole, pochi sorrisi ma tanto lavoro, serietà e affetto. Speravo tanto fosse un brutto sogno, invece il Covid ti ha portato via, tutto così veloce e con la sofferenza di una solitudine che rende ancor più acuto il dolore della tua scomparsa. Abbraccio i miei cugini, mia zia e tutta la grande famiglia. Addio Zio Sandro". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'imprenditoria foggiana piange la scomparsa di Sandro Amoruso: stroncato dal Covid il titolare dello storico mulino di Cerignola

FoggiaToday è in caricamento