"Liberata" madre che viveva nel terrore: figlio la maltrattava e la minacciava, voleva sempre i soldi per la droga

La vittima, esausta, ha deciso finalmente di rivolgersi ai carabinieri di Cerignola, che con la Procura della Repubblica di Foggia hanno attivato la procedura del “Codice Rosso”, riuscendo così a porre fine all’incubo vissuto dalla donna.

foto di repertorio

I carabinieri di Cerignola hanno eseguito una ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari emessa dal Gip del Tribunale di Foggia, su richiesta della locale Procura, nei confronti di un 34enne di Cerignola, già noto alle forze dell’ordine.

Il provvedimento è scaturito dagli accertamenti svolti dai militari dell’Arma a seguito della denuncia sporta dalla madre del 34enne, esasperata dalle continue vessazioni e minacce verbali da parte del figlio.

Questi avrebbe più volte maltrattato la madre non convivente, facendola vivere in un clima di paura e preoccupazione per la propria incolumità, per costringerla a dargli il denaro che gli serviva per acquistare sostanze stupefacenti.

Le continue richieste avvenivano anche in piena notte e, nel giro di pochi mesi, l’uomo, mosso dall’impulso irrefrenabile di acquistare droga, è riuscito ad estorcere alla madre complessivamente la somma di circa 10mila euro.

La vittima, esausta, ha deciso finalmente di rivolgersi ai carabinieri di Cerignola, che con la Procura della Repubblica di Foggia hanno attivato la procedura del “Codice Rosso”, riuscendo così a porre fine all’incubo vissuto dalla donna.

Il 34enne alcuni giorni fa è stato quindi arrestato in esecuzione della misura cautelare emessa a suo carico e sottoposto agli arresti domiciliari. Dovrà rispondere di estorsione e maltrattamenti in famiglia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolge e uccide 35enne, scappa ma telecamere e frammenti lo incastrano: arrestato per omicidio stradale

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • "Mamma come l'ho combinato". Tutte le vittime della violenta 'Società Foggiana': "Qui le estorsioni devi pagarle a noi"

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

Torna su
FoggiaToday è in caricamento