Oggi l'ultimo saluto ad Agostino e Aurora. L'avv. Assumma: "Il conducente rischia fino a 18 anni"

Nel giorno delle esequie dei due giovani morti nell'incidente stradale di via dei Mandorli, interviene Piergiorgio Assumma, avvocato e presidente dell’Osservatorio Nazionale per la tutela delle vittime di omicidio stradale

Agostino e Aurora

Dopo la tragedia di via dei Mandorli, il Comune di Cerignola ha istituito il lutto cittadino per oggi, giorno in cui verranno celebrati i funerali di Agostino e Aurora, i due giovanissimi morti nel terribile incidente stradale dello scorso sabato notte.

Proprio in questa giornata, sulla vicenda, interviene Piergiorgio Assumma, avvocato, tra i massimi esperti di omicidio stradale e presidente dell’ONVOS -  Osservatorio Nazionale per la tutela delle vittime di omicidio stradale. “Due giovani vite spezzate a Cerignola, quelle di Agostino Antonacci e Aurora Traversi, mentre una terza ragazza è rimasta gravemente ferita.

Il conducente, un ragazzo di 22 anni si trova, al momento, ai domiciliari. In tema di omicidio stradale, nel caso concreto, essendoci due vittime e una terza persona gravemente ferita, si applicherà la pena che dovrebbe infliggersi per la più grave delle violazioni commesse, aumentata fino al triplo, con una pena che non può superare gli anni 18", spiega.

Il 2019 inizia con 5 vittime in due settimane

"Pertanto, qualora l’autista della vettura risultasse positivo all’alcool test o al drug test, la pena nel massimo potrebbe essere di 18 anni e, comunque, non potrebbe superare questo coefficiente temporale. Il Comune di Foggia, insieme a quello di Barletta e Lecce, risultano i più colpiti dal fenomeno dell’incidentalità stradale e dell’omicidio stradale", continua nella nota stampa l'avvocato Assumma.

"Diminuiscono, invece, il fenomeno i comuni di Bari e Taranto; resta stabile il dato statistico su Brindisi. Nel 2017 si sono registrati a Foggia 1.309 incidenti con 76 decessi  e 2.322 feriti. In tutta la Puglia, sempre nel 2017, gli incidenti sono stati 9.786, con 236 decessi e 16.116 feriti. Il costo sociale del fenomeno in Puglia è stato di 1 miliardo e 143 milioni di euro, nel 2017. L’indice di mortalità sul territorio si aggira intorno alle 2,3/2,4 vittime ogni 100 incidenti”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona gialla in Puglia ipotesi "elevata". Verso il ritorno dell'autosegnalazione: "Magari con la prenotazione del tampone"

  • La Puglia diventa gialla: da domenica riaprono bar e ristoranti (fino alle 18) e via libera agli spostamenti tra comuni

  • La nuova ordinanza di Emiliano sulle scuole in Puglia: "Quella che sto per emanare rinnova le disposizioni in vigore"

  • Lo strano caso della Puglia 'Gialla' ma a 'rischio alto': foggiani verdi ma di rabbia

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

Torna su
FoggiaToday è in caricamento