rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Cerignola

"Aiuto, un uomo sta picchiando mia madre", Polizia salva una donna: da mesi era perseguitata dall'ex compagno

È accaduto a Cerignola, in un'abitazione del centro cittadino. Giunti sul posto gli agenti hanno trovato la figlia in lacrime; l'uomo, tossicodipendente, dopo un periodo di calma, aveva ricominciato con le pressanti richieste di denaro alla vittima

Nella giornata di ieri gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato di Cerignola, su richiesta della sala operativa sono intervenuti presso un’abitazione del centro cittadino, per lite in famiglia.

Giunti sul posto gli agenti hanno constatato la presenza di una bambina, che in lacrime ha indicato la presenza di un uomo all’interno dell’abitazione che, a suo dire, stava picchiando e strangolando la madre.

La donna con in braccio un neonato, ha confermato quanto detto dalla piccola, mostrando i segni sul collo e sul viso. Dalle successive verifiche, la Polizia ha appreso che la stessa donna già in passato ha sporto denuncia nei confronti dell’uomo padre del bimbo appena nato, che era stata seguita dal centro antiviolenza e che di recente, si erano rivisti in concomitanza della nascita del piccolo neonato.

L’uomo però, dopo un breve periodo di calma ha ricominciato a chiederle denaro poiché tossicodipendente e a diventare violento di fronte al suo diniego.

La donna, subito dopo, condotta in ospedale per le cure del caso e l’uomo, dopo gli atti di rito, è stato arrestato e condotto presso il carcere di Foggia a disposizione della locale Procura della Repubblica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Aiuto, un uomo sta picchiando mia madre", Polizia salva una donna: da mesi era perseguitata dall'ex compagno

FoggiaToday è in caricamento