rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca Cerignola

Picchia padre e convivente, poi minaccia di morte gli agenti di Polizia: arrestato

E' accaduto a Cerignola domenica scorsa. Sul posto commissariato e Guardia di Finanza di Bari. L'uomo, in stato di ebbrezza alcolica, è accusato di resistenza e minacce a pubblico ufficiale

Violenta lite in famiglia, pregiudicato classe ’76, C.M., finisce in manette per resistenza e minacce a pubblico ufficiale. E’ accaduto a Cerignola domenica scorsa, dove, subito dopo la mezzanotte, agenti del commissariato di Polizia e Militari della Guardia di Finanza di Bari sono intervenuti presso l’abitazione del padre di C. in quanto  era stata segnalata una violenta lite tra le mura domestiche. Vittime padre e convivente dell’uomo, il quale si presentava agli agenti in stato di forte agitazione e, verosimilmente, di ebbrezza alcolica. Dopo i numerosi inviti da parte dei Poliziotti di lasciare l’abitazione, C. prima si rifiutava, quindi cercava di raggiungere con la forza il portone d’uscita.

Solo l’ausilio di un’altra pattuglia, condotta dagli Agenti della Guardia di Finanza, consentiva  agli operatori di assicurare nell’auto di servizio il 42enne che, durante tutto il tragitto, non mancava di minacciare di morte i Poliziotti. Pertanto, dopo le formalità di rito, l’arrestato è stato associato presso la Casa Circondariale a disposizione della locale Procura della Repubblica, la quale, dopo la convalida dell’arresto, ne ha disposto la scarcerazione con sottoposizione all’obbligo di firma.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Picchia padre e convivente, poi minaccia di morte gli agenti di Polizia: arrestato

FoggiaToday è in caricamento