Nascondevano un kalashnikov nel proprio concessionario: arrestati padre e figlio

Nel corso di un controllo in un autoparco, i militari hanno sorpreso i due, insieme a un altro figlio poi deferito, all’interno di un deposito di legna dove era nascosta l’arma

Il Kalashnikov sequestrato

Nella tarda serata di sabato, a seguito del ferimento a colpi di arma da fuoco di un 40enne pregiudicato cerignolano, tuttora ricoverato in gravissime condizioni presso l’ospedale “Tatarella” di Cerignola, i Carabinieri della Compagnia ofantina, con l’ausilio di personale specializzato degli Squadroni Eliportati Cacciatori di Sardegna e di Sicilia, hanno eseguito una serie di perquisizioni nella zona di via Santuario Madonna di Ripalta, luogo dell’agguato.

I militari, dopo aver bloccato un tratto di strada in modo che nessuno potesse né entrare né uscire dall’area, al termine di una meticolosa ispezione di un concessionario di auto di loro proprietà hanno tratto in arresto Francesco Marino, di 48 anni, e il figlio Davide, di 20, deferendo in stato di libertà anche un altro figlio minorenne, per detenzione abusiva di arma da guerra clandestina e ricettazione. I tre, proprio all'interno del loro autoparco, sono stati sorpresi nei pressi di un deposito di legna dove poi è stato scoperto un fucile d'assalto Kalashnikov AK-47 di fabbricazione russa, con matricola abrasa, colpo in canna e caricatore munito di 30 cartucce cal. 7,62. L’arma, che per la sua elevata capacità offensiva viene generalmente utilizzata dalla criminalità locale anche per assaltare caveau e furgoni portavalori, è risultata perfettamente funzionante, ben oliata e manutenuta.

Padre e figlio, su disposizione de P.M. di turno, sono stati associati presso la Casa Circondariale di Foggia. L’arma, immediatamente posta sotto sequestro, verrà invece inviata al R.I.S. di Roma per appurare se sia stata utilizzata in più o meno recenti episodi criminali. Proseguono quindi le indagini sull’agguato avvenuto nella stessa serata di sabato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zona gialla in Puglia ipotesi "elevata". Verso il ritorno dell'autosegnalazione: "Magari con la prenotazione del tampone"

  • La Puglia diventa gialla: da domenica riaprono bar e ristoranti (fino alle 18) e via libera agli spostamenti tra comuni

  • Lo strano caso della Puglia 'Gialla' ma a 'rischio alto': foggiani verdi ma di rabbia

  • La nuova ordinanza di Emiliano sulle scuole in Puglia: "Quella che sto per emanare rinnova le disposizioni in vigore"

  • Choc a Foggia, ragazza aggredita senza motivo in zona Sacro Cuore: "Ho avuto paura, sono scossa"

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

Torna su
FoggiaToday è in caricamento