Non digeriscono il controllo dei carabinieri, con il fratello e la moglie aggrediscono militari: arrestati

Ancora arresti resistenza a pubblico ufficiale, a Cerignola. Fermate tre persone: si tratta del 35enne Salvatore Lapiccirella, del fratello Antonio, classe 1989, entrambi pregiudicati, e della moglie di 32 anni Sabina Netti

Immagine di repertorio

Carabinieri controllano ragazzi in strada, poi vengono aggrediti dai familiari del più grande del gruppo. Ancora arresti resistenza a pubblico ufficiale, a Cerignola, dove i militari hanno fermato tre persone: si tratta del 35enne Salvatore Lapiccirella, del fratello Antonio, classe 1989, entrambi pregiudicati, e della moglie di 32 anni Sabina Netti.

In particolare, i militari del Nucleo Operativo, nel corso di un controllo ad alcuni ragazzi fermi sulla pubblica via, tra cui vari pregiudicati di giovanissima età, sono stati fatti oggetto di gravi minacce da parte di Salvatore Lapiccirella che, più grande di età tra i presenti, si è posto quale rappresentante del gruppo che male stava digerendo il controllo.

Estesa la perquisizione presso l’abitazione di quest’ultimo, i militari si sono trovati a dover subire atti di violenza da parte di tutti i familiari, tra cui il fratello Antonio, e la moglie Netti Sabina. L’attività si è conclusa con l’arresto delle tre persone che, nonostante la presenza dei propri legali di fiducia, non accennavano a calmarsi né ad assumere un atteggiamento meno violento e minatorio nei confronti dei militari. I tre sono agli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sulla Statale 90, incidente mortale tra Foggia e Orsara: due vittime nello scontro tra un pullman e un'auto

  • Terribile incidente a Poggio Imperiale: scontro in A14, muore bimbo di 3 anni, due feriti gravi

  • Allarme a San Severo, cittadini denunciano: "C'è una pantera in città'"

  • Bomba a Foggia: colpito 'Il Sorriso di Stefano' di Vigilante, all'interno ragazza avverte malore

  • Incidente mortale: comunità in lacrime per Simone, il bambino deceduto nel terribile impatto tra due auto sulla A14

  • "Venite, c'è un tipo sospetto in viale Ofanto": cittadino lo segnala al 113, polizia arriva e 'acciuffa' truffatore

Torna su
FoggiaToday è in caricamento