Aghilar preso dopo l'evasione e l'omicidio di Filomena Bruno: oltre 200 carabinieri impiegati, la cattura a Carapelle

Cristoforo Aghilar è stato catturato poco fa a Carapelle. La fuga del 36enne principale indiziato dell'omicidio di Filomena Bruno si è conclusa poco fa, a 24 ore dall'omicidio di via Diaz

Cristofoto Aghilar

Verso le 19 di oggi, dopo quasi 48 ore di ininterrotte ricerche, iniziate immediatamente dopo l'aggressione di sabato sera all'interno del bar 'Number one' di Orta Nova e che hanno visto in campo oltre duecento militari, compresi i Cacciatori dello Squadrone Eliportato Puglia, i Carabinieri del Comando Provinciale di Foggia nei pressi di piazza Sicilia a Carapelle, hanno rintracciato Cristoforo Aghilar nell'abitazione degli zii. (le immagini video della cattura)

Il pregiudicato 36enne di Orta Nova è ritenuto responsabile del brutale accoltellamento che, nel pomeriggio di ieri, ha causato la morte di Filomena Bruno, 53 anni e vicina di casa, la donna che due giorni prima del delitto era stata minacciata con una pistola dall'uomo con cui la figlia della vittima avrebbe avuto una relazione.

L'avvocato di Aghilar: "Dissidi, poi situazione è degenerata"

L'Agholar è stato contemporaneamente sottoposto a due autonomi provvedimenti giudiziari, il primo della Corte d'Appello de L'Aquila, consistente in un'ordinanza di applicazione della misura cautelare in carcere a seguito della sua evasione dello scorso settembre, il secondo, della Procura della Repubblica di Foggia, consistente nel fermo di indiziato di delitto per l'efferato omicidio commesso ieri ad Orta Nova.

La Procura della Repubblica di Foggia, infatti, già nell'immediatezza, in sede di sopralluogo, aveva raccolto con i Carabinieri della Compagnia cittadina e del Nucleo Investigativo sufficienti indizi nei confronti del sospettato, che nel frattempo si era reso irreperibile, emettendo con efficace celerità il provvedimento restrittivo, che evidenzia le convergenti aggravanti dell'aver commesso il fatto con premeditazione ed in un periodo in cui si era volontariamente sottratto all'esecuzione dell'ordinanza della Corte di Appello de L'Aquila sopra citata.

Maggiori particolari verranno divulgati a seguito della convalida del provvedimento di fermo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emergenza Coronavirus: è pandemia mondiale, scopriamo i sintomi e come proteggersi

  • Taglio e piega a domicilio, nonostante il Coronavirus: sorpresa e denunciata parrucchiera abusiva

  • "Venite c'è un'autovettura rubata". Polizia si precipita in via Lucera: non era rubata ma dentro c'era della cocaina

  • Coronavirus, giovane foggiano trasferito d'urgenza a Bari: in gravi condizioni si è reso necessario l'impiego di Ecmo

  • Coronavirus: se un defunto muore in casa nessuna vestizione (indipendentemente dalla causa del decesso)

  • Il Coronavirus non si ferma ma galoppa: 41 nuovi contagi nel Foggiano e 13 morti in Puglia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento