Cassonetti pieni in viale Giuseppe La Torre. Disagi nel Comparto Biccari

I residenti del Comparto Biccari segnalano la mancata raccolta dei rifiuti nella giornata di oggi. I cassonetti rigurgitano buste della spazzatura risalenti ai giorni scorsi

Tra zone lasciate al buio, parchi alla mercé dei vandali, manti stradali disastrati, ci sono alcuni quartieri della città di Foggia, dove non si effettua la quotidiana raccolta dell'immondizia

La foto che vedete è stata scattata in via La Torre, Comparto Biccari, dove da questa mattina i cassonetti rigurgitano buste della spazzatura risalenti ai giorni scorsi. Se si tratti di un ritardo nella raccolta da parte del personale Amiu, o peggio ancora di una dimenticanza, è presto per saperlo, ma intanto i residenti della zona protestano. “Amica o Amiu, non c’è nessuna differenza”.

Non è la prima volta che il Comparto Biccari si ritrova a segnalare disservizi e disagi. Sono tante le segnalazioni fatte nel corso degli anni, sulle difficoltà in cui versa una delle zone alla periferia di Foggia. Il problema della raccolta dei rifiuti, è uno di questi. Problematica dilatatasi dopo l’ordinanza sindacale dell’Amministrazione Mongelli (e tuttora in vigore, ndr) che vietava il conferimento dei rifiuti alla domenica, e tutti i giorni dopo la mezzanotte. Un provvedimento mediante il quale si cercò di arginare l’emergenza rifiuti che Amica faticava a fronteggiare.

“Un’ordinanza che andrebbe eliminata perché molti cittadini non la rispettano né si fa nulla per farla rispettare”, commenta Antonello Abbattista, presidente del Comitato di Quartiere Comparto Biccari. Una soluzione, come afferma Abbattista, potrebbe essere quella di mettere gli addetti alla raccolta nelle migliori condizioni lavorative, contando su mezzi e risorse utili a remunerare il pagamento svolto durante i giorni festivi.

Ma ancora più importante sarebbe tenere in maggiore considerazione le periferie: “L’inciviltà dei cittadini si unisce a un servizio inefficace di pulizia e raccolta rifiuti. Con Amiu si sono verificati degli evidenti miglioramenti, ma siamo ancora ben lontani dall’avere un servizio che sia commisurato alla Tari che paghiamo annualmente”, ha concluso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Addio a Padre Marciano Morra: per 20 anni fu amico e confratello di Padre Pio

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Otto minuti di follia: inseguimento da film tra auto e pedoni, l'incidente contro un muro e la cattura dei due fuggitivi

  • 170 pazienti in terapia intensiva e 1392 in area non critica in Puglia. Nel Foggiano covid-free solo due comuni su 61

Torna su
FoggiaToday è in caricamento