rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca San Severo

Gay rifiutati, sindaco indignato a Matteo: "Venite presto sarete nostri ospiti" (perché "San Severo non è omofoba")

Francesco Miglio commenta l'episodio di intolleranza che ha visto protagonista in negativo la sua città. Una donna avrebbe rifiutato di affittare casa a Matteo, omosessuale di Modena, perché in compagnia di un altro ragazzo

Il caso di Matteo, giovane omesessuale di Modena al quale una donna di San Severo avrebbe rifiutato di affittare casa perché in compagnia di un altro ragazzo, quindi perché gay, ha suscitato scalpore e imbarazzo.

La notizia ha fatto il giro del web e la città dell'Alto Tavoliere è finita nel mirino di turisti e vacanzieri, indignati dalla vicenda.

Sul caso si è espresso anche il sindaco Francesco Miglio: "San Severo, la città di cui sono sindaco dal 2014, è una comunità di persone accoglienti, affabili, ospitali. Sono mortificato e molto dispiaciuto per quanto accaduto a quei due ragazzi non ricevuti in un B&B della mia città perché omosessuali. Mi auguro che loro possano presto tornare a San Severo, saranno ospiti degli amministratori comunali.  Noi li aspettiamo, perché la nostra è una città che accoglie, non discrimina e, soprattutto, non è omofoba"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Gay rifiutati, sindaco indignato a Matteo: "Venite presto sarete nostri ospiti" (perché "San Severo non è omofoba")

FoggiaToday è in caricamento