Caos in città, autobus insufficienti o corse che saltano: "Paghiamo gli abbonamenti ma i nostri figli restano a terra"

Un servizio pagato e del quale non si può usufruire appieno. E' quanto stanno vivendo tante famiglie foggiane, genitori di studenti che non riescono a utilizzare il trasporto pubblico per raggiungere le scuole di riferimento

Immagine di repertorio

Rabbia e malcontento per un servizio pagato e del quale non si può usufruire appieno. E' quello che in questi giorni stanno vivendo tante famiglie foggiane, genitori di studenti che, per raggiungere gli istituti scolastici della città, vorrebbero usufruire del trasporto pubblico urbano.

Cosa che non è sempre così scontata. Almeno stando alla lettera che una mamma lavoratrice foggiana ha inviato al sindaco di Foggia Franco Landella e alla direzione dell'Ataf. "Esprimo tutta la mia rabbia ed il mio malcontento per la carenza di circolari scolastiche nella nostra città nonostante abbia pagato due abbonamenti annuali per entrambi i miei figli (€ 140 a testa)", scrive. "Purtroppo abito in centro, zona Amgas, ed i miei figli frequentano il Liceo Scientifico 'Marconi' in piena zona Macchia Gialla. L’unica circolare scolastica che passa nella mia zona (p.zza S. Francesco), la mattina, e che si dirige verso la Macchia Gialla, è quella denominata 'Candelaro', talmente sovraccarica di studenti che molti rimangono a terra!"

"Stessa cosa succede all’uscita da scuola. Gli autisti sono esausti della situazione ed ogni fermata effettuata diventa una guerra tra gli studenti, una guerra per riuscire ad entrare la mattina oppure per scendere al ritorno da scuola nella speranza che non restino incastrati tra le porte! Aria irrespirabile nel mezzo pubblico, soffocante con il caldo, e ragazzi pressati come le deportazioni dei campi di concentramento. E’ questo che offre l’abbonamento scolastico che ho pagato? Non ci può essere una sola circolare scolastica nella tratta Macchia Gialla - Candelaro, circolare che attraversa tutto il centro città e che porta gli studenti al Liceo Classico Lanza, al Poerio, all’Altamura, al Masi, al Giannone, al Da Vinci, al Peruggini ed al Marconi". Ovvero la maggior parte degli istituti scolastici superiori della città. Le altre circolari che, dal centro, si spostano in macchia Gialla, arrivano tutte troppo tardi, oltre l’orario di entrata. Del resto, l’azienda Ataf sa perfettamente quanti studenti delle scuole su scritte hanno pagato quest’anno l’abbonamento scolastico e, quindi, quanti alunni hanno diritto a prendere la corsa scolastica Candelaro in quanto, al momento della richiesta dell’abbonamento scolastico, l’Ataf richiede il certificato di iscrizione a scuola".

"E che dire di tutte le corse saltate dalle circolari all’uscita dei ragazzi da scuola? Da prospetto orario, riportato sulla brochure dell’Ataf, le circolari ci sono, ma nella realtà non passano, saltano le corse ed i ragazzi aspettano anche più di un’ora in strada prima che arrivi una circolare che porti in centro. Quando ho riferito l’accaduto all’ufficio dell’Ataf, il dipendente di turno mi ha fatto 'spallucce' come se la cosa fosse normale. Non discuto l’adeguatezza o meno dei mezzi pubblici, se sono nuovi o se sono inquinanti, ma non posso pensare che questa città debba essere sempre quella in cui le cose non funzionano e che, chi abita in centro, sia sempre penalizzato su 100, 1000 cose. Purtroppo (ma dovrei scrivere “per fortuna”) sono una mamma che lavora e che non può accompagnare i propri figli a scuola con l’auto. Allora faccio appello, anche a nome di molti altri genitori i cui figli hanno lo stesso problema, affinchè possiate interessarvi a risolvere questa situazione richiedendo un potenziamento, con un altro mezzo pubblico, della corsa scolastica Candelaro. Perdonate lo sfogo e spero tanto che vogliate prendere a cuore questa spiacevole situazione al fine di migliorare un servizio pubblico necessario, anzi, indispensabile per i nostri figli".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Foggia usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

  • Ingerisce droga, neonata in coma a Foggia: "Monitoriamo parametri vitali, situazione stazionaria"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento