Cronaca

Tre casi distinti di meningite in Capitanata, Asl Foggia: “Nessun rischio di contagio”

La Asl Fg adotta immediatamente il piano di profilassi. Nessun rischio di contagio. La situazione è monitorata dagli operatori sanitari. Due casi a Manfredonia e uno nel carcere di Foggia

In merito agli episodi di meningite batterica verificatisi nelle ultime settimane in Capitanata, l direzione strategica della Asl Fg rassicura la popolazione. Per quanto concerne i primi casi, registrati a Manfredonia, si è trattato di due donne arrivate presso l’Ospedale “San Camillo De Lellis” in due settimane diverse. A seguito del sospetto diagnostico, la prima paziente è stata trasferita agli Ospedali Riuniti di Foggia nel reparto di “Malattie infettive”, mentre la seconda è stata trasportata in un primo momento a San Giovanni Rotondo presso il reparto di “Neurologia” di Casa Sollievo della Sofferenza, e poi spostata a Foggia, anch’essa in “Malattie infettive”.

L’ospedale manfredoniano è stato bonificato e le persone venute a contatto diretto con le pazienti (familiari e personale ospedaliero) sono state sottoposte immediatamente a profilassi anti-batterica. Nessun rischio, dunque, di contagio e diffusione del batterio anche perché tra le due donne, provenienti, come si è accertato, da comunità distinte, non c’era stato in precedenza alcun contatto.

Anche per il terzo caso, che ha riguardato una guardia giurata in servizio nel carcere di Foggia, deceduta a causa di sospetta meningite batterica nell’Ospedale di Trani, comune di residenza, è stata subito avviata la profilassi preventiva nei confronti di coloro che, nel carcere di Foggia, sono venuti a contatto con la vittima. I tre casi, si precisa, sono distinti e non vanno assolutamente messi in relazione. La situazione è sotto controllo e monitorata costantemente dagli operatori della Azienda Sanitaria Locale.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre casi distinti di meningite in Capitanata, Asl Foggia: “Nessun rischio di contagio”

FoggiaToday è in caricamento