rotate-mobile
Giovedì, 30 Giugno 2022
Cronaca Lesina

Torre Mileto, 1500 abusi edilizi e 760 domande di condono: ruspe in azione allo Schiapparo

Il fenomeno dell’abusivismo edilizio in località Schiapparo a Torre Mileto, ricadente nel territorio di Lesina, ha inizio alla fine degli anni Sessanta. Demolito immobile di due piani e 216 mq

In base alle risorse disponibili, l’ufficio tecnico del Comune di Lesina sta procedendo ad effettuare le operazioni di demolizione d’ufficio delle opere abusive - 1500 gli abusi edilizi verbalizzati – rispetto alle quali sono pervenute agli uffici dell’ente 760 domande di condono edilizio, ancora in corso di definizione. L’11 febbraio 2016 - al fine di garantire la legalità mediante l’applicazione di regole e procedure certe al settore dell’edilizia residenziale abusiva, “in cui non di rado sono presenti fattori speculativi ed interessi criminosi”, - il Comune di Lesina aveva sottoscritto un Protocollo d’Intesa con la Procura della Repubblica di Foggia al fine di accelerare le procedure di demolizione d’ufficio delle opere abusive.

Il fenomeno dell’abusivismo edilizio in località Schiapparo a Torre Mileto, ricadente nel territorio di Lesina, ha inizio alla fine degli anni Sessanta. Nella determinazione del settore Urbanistica del 23 maggio sono elencate le possibili cause. Una su tutte l'ipotesi secondo la quale “il territorio interessato dal fenomeno è molto distante, a circa 20 Km dal centro abitato, e di conseguenza il controllo edilizio-urbanistico non è stato agevole”.

Tra le altre cause, quella degli nterventi abusivi realizzati da soggetti diversi dai proprietari dei suoli, che non essendo del posto avrebbero avuto difficoltà a tutelare i propri interessi nel controllo delle occupazioni abusive. E ancora, “la facilità di occupazione e di autocostruzione”, la vicinanza al mare e le caratteristiche paesaggistiche del sito. “Nella fattispecie, ‘Torre Mileto-Schiapparo’, risulta particolarmente sensibile sotto l’aspetto ambientale e paesaggistico, infatti ricade nel perimetro del Parco Nazionale del Gargano e comprende per la quasi totalità della sua estensione il sito di importanza comunitaria pSIC ‘Duna del Lago di Lesina – Foce del Fortore’ ed è limitrofa alla zona di protezione speciale Zps ‘Lago di Lesina-Sacca Orientale’".

Dalle azioni di monitoraggio dell’ufficio tecnico comunale, congiuntamente al comando di polizia municipale, in ottemperanza alle direttive impartite dalla Procura della Repubblica di Foggia, nei giorni scorsi è stato eseguito un intervento di demolizione di un immobile ricadente su area demaniale marittima – già oggetto nel 1987 e 1999 di due ordinanze di demolizione - costituito da due piani fuori terra con copertura a terrazzo e scala esterna in c.a. per una superficie coperta di 120 mq, ed annessa area cortilizia avente superficie pari a circa 216,00 mq, pavimentata in cemento e recintata con muretto e rete metallica e realizzazione di un vano ripostiglio ricavato sotto una scalinata esistente della superficie di circa 4,80 mq. 21.566,48 euro (iva compresa) il costo dell’operazione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torre Mileto, 1500 abusi edilizi e 760 domande di condono: ruspe in azione allo Schiapparo

FoggiaToday è in caricamento