rotate-mobile
Cronaca San Nicandro Garganico

Un tetto per Angelo e Lucia, dopo l'incendio che ha distrutto la loro casa: il 'regalo' dei volontari Avers

Il sindaco Vocale: "La protezione civile ha preso a cuore questa situazione. I volontari hanno cercato e trovato loro la casa, hanno aiutato ad acquistarla e, soprattutto, hanno eseguito a proprie spese i lavori per renderla abitabile. A loro un grazie immenso"

Un tetto per Angelo e Lucia, la cui casa era stata distrutta nel luglio scorso da un incendio.

Ieri sera, padre e figlia di San Nicandro Garganico hanno lasciato i locali dell'ex istituto scolastico di via Matteotti, dove erano alloggiati temporaneamente e sono entrati nella loro nuova casa, in Terravecchia. "La città non poteva iniziare i festeggiamenti natalizi senza togliersi questo pensiero", spiega il sindaco, Matteo Vocale.

Tale operazione è stata resa possibile solo grazie ad un elemento, continua il primo cittadino: il lavoro e la grande generosità dei volontari di protezione civile A.V.E.R.S. di San Nicandro Garganico. "Hanno preso a cuore, da soli, questa situazione e l'hanno risolta. Loro hanno cercato e trovato la casa, hanno aiutato ad acquistarla e, soprattutto, hanno eseguito a proprie spese i lavori per renderla abitabile. A loro un grazie immenso per l'alto senso civico e il grande altruismo dimostrato", conclude il primo cittadino.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un tetto per Angelo e Lucia, dopo l'incendio che ha distrutto la loro casa: il 'regalo' dei volontari Avers

FoggiaToday è in caricamento