menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Carmelina 13

Carmelina 13

‘Carmelina 13’ chiude l’attività “grazie a Monti” e non per le bombe

Il negozio di Corso Giannone vittima di un attentato lo scorso 16 aprile, chiude l'esercizio commerciale dopo 50 anni di attività

La crisi a Foggia 'investe' in pieno il Natale: vetrine e illuminazioni all'insegna dell'austerity, ma soprattutto esercizi commerciali che chiudono baracca e burattini. E' il caso di ‘Carmelina 13’, il negozio di Corso Giannone vittima di un attentato la sera del 16 aprile, che chiude dopo 50 anni di attività.

Lo fa in grande stile, svendendo i suoi capi pregiati e regalando, a chi spenderà oltre 2mila euro, anche una batteria della MC da 21 pezzi del valore commerciale di 1999 euro.

La città è tappezzata di locandine e manifesti, ma ai foggiani non è sfuggita la motivazione che ha spinto il titolare ad abbassare la saracinesca: “grazie a Monti” si legge.

ECCO COME METTEVANO LE BOMBE

‘Carmelina 13’ quindi non chiude per le due esplosioni del 16 aprile, i cui responsabili sono stati arrestati esattamente un mese fa, ma per le scelte fatte dal governo del premier Mario Monti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Attualità

Il Governo reintroduce la zona gialla e riapre le attività all'aperto. Il premier Draghi: "Rischio ragionato su dati in miglioramento"

Attualità

Gestione dell'emergenza: la Puglia è ultima nella classifica di gradimento. Sui vaccini Emiliano "solleva Lopalco" e si affida a Lerario

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento