rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Cronaca

Foggia non lascia soli gli ucraini, parroci chiamati a chiedere una mano ai fedeli: "Servono abitazioni"

La Caritas Diocesana, per il 2 marzo, mercoledì delle ceneri e inizio della Quaresima, invita tutti alla preghiera e al digiuno per la conversione dei cuori e per invocare il dono della pace"

La Caritas diocesana Foggia-Bovino lancia con forza un appello alla solidarietà per gli ucraini coinvolti nel conflitto di guerra, che “richiama tutti ad organizzarci e a fare uno sforzo congiunto per aiutare donne e bambini in fuga dalla loro terra”, si legge.

Per questo motivo la sezione foggiana dell'ente della Cei, ha avviato un censimento per individuare abitazioni da mettere a disposizione di coloro che arriveranno a Foggia, il numero di famiglie disposte all’accoglienza e il numero di persone che le stesse sarebbero in grado di ospitare. “Avere una stima della possibilità di accoglienza ci permetterà di essere pronti ad offrire un porto sicuro a chi non l’ha più”.

La direttrice Giuseppina Luisa Di Girolamo chiede la collaborazione ai parroci dell’arcidiocesi Foggia-Bovino affinché rivolgano un appello ai parrocchiani, lo stesso di Papa Francesco, di rispondere cioè “all’insensatezza della violenza” con “le armi di Dio”: “Intendiamo stare dalla loro parte non solo soccorrendoli, ma, nel contempo, ribadendo la nostra ferma opposizione all’uso delle armi nella soluzione dei conflitti"

La Caritas Diocesana, per il 2 marzo, mercoledì delle ceneri e inizio della Quaresima, invita tutti alla preghiera e al digiuno per la conversione dei cuori e per invocare il dono della pace"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Foggia non lascia soli gli ucraini, parroci chiamati a chiedere una mano ai fedeli: "Servono abitazioni"

FoggiaToday è in caricamento