I carabinieri forestali trovano casa a Monte Sant'Angelo: c'è il 'sì' (e i fondi) del Ministero

La somma stanziata dal Ministero andrà ad aggiungersi ai 250 mila euro messi già a disposizione dall’Ente Parco, consentendo così di raggiungere l’importo complessivo (750mila euro) per la ristrutturazione dell’immobile

Immagine di repertorio

Il Parco Nazionale del Gargano incassa il ‘si’ del Ministero dell’Ambiente per il cofinanziamento richiesto per la ristrutturazione di un’ala della Scuola “G.T. Giordani” di Monte Sant’Angelo, da adibire a Comando Stazione dei Carabinieri forestali e ad alloggi per il reparto. Il contribuito è pari a 500 mila euro complessivi, 250 mila euro per l’anno finanziario in corso ed altri 250 mila per il successivo.

“L’intervento - come si legge nella nota del Ministero - si rileva in linea con le disposizioni del decreto ministeriale del 5 luglio 2002 che ha previsto la dislocazione dei Coordinamenti Territoriali per l’Ambiente presso gli Enti Parco. Con questo provvedimento il Parco Nazionale del Gargano si fa carico di trovare la soluzione più adeguata per assicurare l’efficienza e l’efficacia dell’azione di sorveglianza”. La somma stanziata dal Ministero andrà ad aggiungersi ai 250 mila euro messi già a disposizione dall’Ente di Monte Sant’Angelo, consentendo così di raggiungere l’importo complessivo previsto per la spesa di ristrutturazione dell’immobile, pari a 750 mila euro.

“Il nostro Parco - dichiara il vicepresidente dell’Ente Claudio Costanzucci Paolino - è tra i più antropizzati in Italia e con un’estensione di oltre 120 mila ettari. Ecco perché il Coordinamento Territoriale per l’Ambiente Carabinieri ha davvero un ruolo strategico nel controllo del territorio e nella prevenzione dei reati ambientali in un contesto già fortemente segnato da numerosi fatti di sangue. Pertanto ringraziamo il Ministero dell’Ambiente per aver dato seguito alla nostra richiesta e il Comune di Monte Sant’Angelo per aver donato al nostro Ente parte della scuola Giordani”.

I lavori di ristrutturazione partiranno a breve e consentiranno di offrire un servizio atteso da anni e che potrebbe risolvere anche la gravosa carenza di organico, inevitabilmente legata all’assenza di strutture.

Potrebbe interessarti

  • Il fascino di Càlena, l'abbazia sul Gargano dove si narra vi sia custodito il tesoro di Barbarossa

  • La grotta di San Michele che si specchia sul lago di Varano, un luogo suggestivo che trasmette una sensazione di pace

  • Colon irritabile: cos'è, sintomi e possibili cause

  • Arredare casa: le 5 piante da interno che non hanno bisogno di luce

I più letti della settimana

  • Francesco Ginese non ce l'ha fatta: è morto a Roma

  • Tragedia nelle acque del Gargano: bagnante muore annegato

  • Tragedia alle porte di Foggia, violento impatto tra un furgone e una moto: c'è una vittima

  • Tutta Foggia è con Francesco, che lotta tra la vita e la morte: si è reciso l'arteria femorale mentre scavalcava un cancello

  • Tragedia nel Foggiano: morta 11enne, genitori ricoverati in gravi condizioni a San Giovanni Rotondo

  • Foggia in lacrime per la tragica morte di Francesco: "Addio amico mio, non doveva finire così!"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento