Apricena, La Casella: “Solo l’Enpa può occuparsi del canile rifugio”

L’Assessore La Casella: “Il Comune ha scelto la migliore associazione d’Italia per la gestione”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

L’unica associazione autorizzata a gestire il canile rifugio di Apricena è l’Enpa, Ente Nazionale Protezione Animali. A precisarlo è l’Assessore ai Servizi alla Città Nicola La Casella. “Il Comune ha stipulato una convenzione con L’Enpa, scegliendo di affidarsi all’ente attualmente più affidabile in Italia”, specifica l’Assessore.

Questa Amministrazione si è trovata nei mesi scorsi a dover fronteggiare una situazione di emergenza ereditata da chi in passato ha gestito la struttura”. “Il canile – prosegue – versava in condizioni igieniche difficili ed era gestito in modo precario”.

Ecco perché i tecnici, vista l’assoluta necessità, hanno dovuto incaricare 4 persone per far fronte all’emergenza per quindici giorni, dal 5 al 22 settembre. Si tratta di persone che, in via assolutamente temporanea, sono state assunte con contratto interinale”.

Nel frattempo – va avanti l’Assessore – l’Amministrazione, insieme ai tecnici, si è attivata per risolvere in maniera definitiva la gestione del canile rifugio. La scelta, dopo attente valutazioni, è ricaduta sull’Enpa, il sodalizio più qualificato a livello nazionale, che fornisce le giuste garanzie per la tutela e la salvaguardia dei cani ospitati”.

Abbiamo dunque trovato la migliore soluzione possibile al pesante fardello che ci era stato lasciato. Una situazione confusionaria che – afferma La Casella – ci ha costretti a dover affrontare un’emergenza, tamponata con il lavoro temporaneo di quattro persone”. “Adesso la questione è risolta. Abbiamo piena fiducia nell’Enpa che – conclude l’Assessore – è l’unica associazione oggi deputata, ad Apricena, a gestire la struttura”.

 

Torna su
FoggiaToday è in caricamento