menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Zanna, Maccione e il padrone

Zanna, Maccione e il padrone

La GNA ritrova “Zanna”, il pastore tedesco scomparso tre mesi fa

E' stato trovato dall'avvocato Attilio Maccione sulla pedegarganica. Era scomparso dal suo appezzamento di terreno recintato a San Severo. Il cane fortunatamente era dotato di microchip

La Guardia Nazionale Ambientale ha ritrovato “Zanna”. Non è la trama di un film, ma una storia vera che ti fa venire un nodo alla gola e gli occhi lucidi.

A dire il vero, Giuseppe Gaudimonte aveva perso la speranza di poter  ritrovare il suo bellissimo esemplare di pastore tedesco femmina di quasi tre anni, scomparso tre mesi fa dal suo appezzamento di terreno recintato a San Severo.

Il Dirigente di Settore Ufficio Legale della Guardia Nazionale Ambientale, l’avv. Attilio Maccione, mentre percorreva la pedegarganica, ha notato l’animale sul ciglio della strada in evidente stato di denutrizione.

Immediatamente ha provveduto al suo recupero  e alla messa in sicurezza dello stesso dalla strada. Tramite un veterinario, è stato possibile accertare la presenza di un microchip.

Risultava iscritto all’ASL veterinaria di San Giovanni Rotondo, la quale è stata subito informata dell’accaduto e nel giro di 24 ore ha comunicato nome, cognome e indirizzo del proprietario e che il cane si chiamava Zanna.

Questa storia ha avuto un lieto fine, grazie anche al proprietario che, per legge, ha provveduto a far applicare il microchip sul collo del cane quando era ancora cucciolo.


            

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La Puglia in bilico tra il giallo e l'arancione

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento